Félix Auger-Aliassime predice un grandissimo futuro per Carlos Alcaraz



by   |  LETTURE 2343

Félix Auger-Aliassime predice un grandissimo futuro per Carlos Alcaraz

Dopo aver disputato i quarti di finale nell’ultima edizione di Wimbledon, il ventunenne Félix Auger-Aliassime è riuscito a fare lo stesso anche a New York, superando Evgenij Donskoy, Bernabe Zapata Miralles, Roberto Bautista Agut e Frances Tiafoe.

Aliassime: “Adesso mi voglio risposare”

Interrogato sulla sua ultima prestazione, come pubblicato da Punto de Break, Félix ha commentato: “Sono molto contento del modo in cui sto giocando e, soprattutto, di come sto gestendo le emozioni nei momenti importanti delle partite.

Credo che il mio gioco sia tornato ad essere solido, ho saputo mantenere costantemente un atteggiamento positivo e il mio servizio è tornato ad essere decisivo”. Il canadese ha quindi parlato dei suoi progressi nel corso degli ultimi anni: “Il 2019 è stata la prima stagione in cui ho partecipato a tutti i tornei del Grand Slam ed è stato difficile per me fare bene, ma sono riuscito a migliorare la classifica ed imparare tantissimo”.

Riguardo la grande quantità di giovani giocatori agli Us Open 2021, Aliassime ha detto: “Sapevo che la posta in gioco in questo evento sarebbe stata molto alta. Abbiamo Novak che cerca di fare la storia, ma le assenze di Rafa, Dominic e Roger aprono la gamma dei candidati a tanti giovani giocatori affamati di trionfi su questi grandi palcoscenici.

Sento che c’è molta parità tra di noi, tutti i ragazzi sono difficili da battere e ogni partita è una battaglia incredibile. Non ho avuto incontri semplici per arrivare fino a qui”. Infine, Félix ha detto la sua sulla clamorosa scia di vittorie del giovane Carlos Alzaraz, suo prossimo avversario: “Non ho ancora pensato molto a quella partita, voglio solo godermi questa vittoria e riposarmi.

Domani, avendo un giorno di riposo, ci penserò. So che sta giocando bene e che tutto quello che sta vivendo questa settimana è nuovo per lui. Dovrò essere pronto a rispondere al suo miglior tennis perché penso che continuerà ad esprimerlo in campo.

La verità è che vedo Carlos come un grande giocatore, ma anche come una grande persona, si merita tutto ciò che sta accadendo questa settimana. Credo che sarà il miglior tennista al mondo per parecchi anni a venire”. Photo Credit: La Repubblica