Berrettini continua a vincere: "Il servizio mi sta aiutando nei momenti importanti"



by   |  LETTURE 6343

Berrettini continua a vincere: "Il servizio mi sta aiutando nei momenti importanti"

Le condizioni fisiche di Matteo Berrettini continuano a migliorare partita dopo partita. Il tennista italiano ha battuto in due set Corentin Moutet e guadagnato l’accesso al terzo turno degli US Open, dove affronterà une dei giocatori più in forma del momento: Ilya Ivashka.

Il bielorusso ha vinto il suo primo torneo la scorsa settimana a Winston-Salem e a New York ha mostrato un ottimo livello di gioco nelle prime due partite che lo hanno visto piegare rispettivamente Tennys Sandgren e Vasek Pospisil.

L’unico precedente nel Tour ATP tra Berrettini e Ivashka sorride all’azzurro, che ha sconfitto il suo prossimo rivale agli ottavi di finale di Wimbledon lo scorso 5 luglio.

Berrettini: "Proverò a giocare sempre meglio nel corso del torneo"

“È stata molto dura contro Moutet.

Le condizioni erano differenti rispetto a quelle degli scorsi gironi a causa del vento. È qualcosa a cui devi abituarti. Penso sia la prima cosa che un tennista debba fare: adattarsi alle condizioni." , ha spiegato Berrettini in conferenza stampa.

"Anche il mio avversario era molto complicato da affrontare. Ha giocato bene, è stato solido e si è mosso molto. Non è stato per niente facile. Quindi sono contento della mia prestazione; penso di essere stato forte anche mentalmente.

Proverò a giocare sempre meglio nel corso del torneo. Quando è cambiata la mia carriera? Potrei parlare di tanti momenti. Ma a volte ricordo quando ero solo un bambino e mi allenavo sul servizio. Servivo molto. Il mio allenatore Vincenzo( Santopadre, ndr) pensa ancora sia una grande arma: il mio colpo migliore.

Immaginavo di servire sul 4-4, 30-30. Quando servi e non hai nessun giocatore dall’altro lato del campo è dura. Servi e basta. Il servizio mi sta aiutando nei momenti importanti, perché ci metto davvero tanto impegno e attenzione” .

Berrettini ha così parlato del suo servizio; un colpo che lo ha tirato fuori dai guai in diverse occasioni nei primi due match disputati a New York e che potrà sicuramente fare la differenza contro il bielorusso.