Alexander Zverev ritorna a parlare di Stefanos Tsitsipas e del “toilet break”



by   |  LETTURE 4300

Alexander Zverev ritorna a parlare di Stefanos Tsitsipas e del “toilet break”

Quando sul campo non si fa fronte a nessuna difficoltà, al termine della gara l’attenzione si sposta tutta sull’argomento più discusso del momento: Stefanos Tsitsipas e il suo “toilet break” al termine di ogni set perso, che ha ricevuto tantissime critiche da parte dei tennisti del circuito Atp ed ex giocatori negli ultimi giorni.

Non sembra avere fine la polemica sul greco, alla quale ha preso parte con dichiarazioni molto due anche Alexander Zverev, che è ritornato così a parlare del tema dopo una partita molto agevole di secondo turno vinta in tre set sullo spagnolo Ramos-Vinolas, concedendo appena 4 giochi all’avversario nel complesso (punteggio di 6-1, 6-0, 6-3).

Il tedesco in conferenza stampa

"Guarda, davvero non voglio più parlare di questo argomento, ho già detto quello che dovevo dire e mia madre mi ha raccomandato di non continuare ad attaccare male qualcuno, perché so cosa si prova quando succede”.

L’attuale numero 4 del mondo ha subito affermato questo davanti ai media, una ‘promessa’ alla quale è stato fedele solo per pochi secondi. Il 24enne di Amburgo rimarca le sue recenti affermazioni e sottolinea: “L'Atp ha bisogno di cambiare alcune regole.

È molto frustrante vincere un set e guardare un ragazzo andare in bagno per 10 minuti. In una partita ad alta intensità il corpo si raffredda, si blocca in soli 6 o 7 minuti ed è molto difficile tornare al livello in cui si trovava prima, è una questione fisica.

Il problema è che l’ha fatto di nuovo contro Mannarino” ha accusato il vincitore della medaglia d’oro a Tokyo 2020. Poi le sue sensazioni sul suo livello di gioco a New York: "Il servizio è la grande chiave del mio gioco e sta funzionando perfettamente.

È fantastico aver potuto risolvere queste prime due partite in fretta e furia. Non è consigliabile passare molte ore in campo in una prima settimana del Grande Slam e questo mi è successo molte volte in passato.

Ora mi sento enormemente fiducioso. Battere Djokovic a Tokyo ha cambiato tutto e supportarlo col titolo a Cincinnati è stato molto importante. Penso che stiano arrivando giorni molto interessanti in questo ultimo Slam della stagione" ha concluso.

Al terzo turno Zverev dovrà vedersela con lo statunitense Jack Sock, che l’ha spuntata al quinto set col kazako Bublik.