Serena Williams, coach Mouratoglou incerto sul suo ritorno dopo gli US Open



by   |  LETTURE 7141

Serena Williams, coach Mouratoglou incerto sul suo ritorno dopo gli US Open

Questa notte si è concluso il quarto giorno degli US Open 2021, iniziati lunedì. Il torneo americano, ultimo Slam della stagione, è da sempre uno degli appuntamenti più affascinanti e che si arricchisce della presenza di un pubblico caloroso che dà spettacolo.

Ciò che offrono i giocatori in campo non è da meno, anche se l’assenza di alcuni personaggi illustri si fa sentire in tal senso. Su tutti si annoverano i forfait di Roger Federer, Rafael Nadal, il campione in carica Dominic Thiem e, per le donne, Serena Williams.

La trentanovenne sei volte campionessa degli US Open si è vista costretta a ritirarsi ancor prima di iniziare per recuperare completamente dall’infortunio al muscolo ischiocrurale della coscia sinistra, subito a Wimbledon nel match contro la bielorussa Sasnovich.

Recentemente, il suo allenatore Patrick Mouratoglou ha espresso le sue sensazioni per il futuro della Willliams.

Mouratoglou: “Ritorno dopo US Open? Nulla è deciso”

Una specie di “maledizione” si è abbattuta su Serena Williams, a caccia del record di Slam appartenente alla leggenda Margaret Court (24).

Da campionessa qual è, la giocatrice americana arrivava a Wimbledon con un carico di aspettative alle stelle per quella che sarebbe stata un’impresa titanica. La sorte, però, le ha remato contro procurandole un infortunio alla coscia destra che l’ha costretta al ritiro.

Da quel momento ha cominciato il percorso riabilitativo ma sin da subito la possibilità di una sua presenza a Flushing Meadows è sembrata remota. E infatti la Williams ha alzato bandiera bianca una settimana prima dell’inizio.

A questo punto, i suoi fan in giro per il mondo si chiedono: riuscirà a tornare dopo gli US Open? Risponde coach Mouratoglou: “Nulla è deciso. Tutto è aperto. Non so se ha finito o se vuole fare un altro anno o due anni in più o qualsiasi altra cosa.

Non ne ho idea. Quindi probabilmente dopo il torneo ci siederemo e ne parleremo”.

La rinuncia a un appuntamento da lei così amato non dev’essere stata facile da accettare: “[Serena sta attraversando] fasi in cui ha bisogno di digerire il fatto che non ha potuto giocare qui – ha concluso Mouratoglou −.

Poi verrà il momento di pensare al futuro e a quello che vuole fare”. I sostenitori sperano di rivedere la Williams nelle fasi finali di un torneo. Dal 2017 ha disputato quattro finali, perdendoli tutti: sarà in grado di rifarsi o arriverà il momento di dire addio?