Opelka sulla prossima sfida con Musetti: "Gestirà meglio la partita questa volta"



by   |  LETTURE 4554

Opelka sulla prossima sfida con Musetti: "Gestirà meglio la partita questa volta"

Sono passati quasi quattro mesi dal match di primo turno che ha visto come protagonisti Lorenzo Musetti e Reilly Opelka agli Internazionali BNL d’Italia. In quell’occasione, il tennista americano è riuscito a vincere con un doppio 6-4 e non è mai andato in difficoltà nei suoi turni di battuta.

I due si ritroveranno nuovamente l’uno di fronte all’altro agli US Open. Opelka ha guadagnato l’accesso al secondo turno grazie alla netta vittoria ottenuta ai danni di Soonwoo Kwon, che lo ha impensierito solo nelle fasi inziali della partita.

Opelka su Musetti: "Sfrutterà la partita di Roma"

“È stato un ottimo esordio. Ho avuto qualche problema all’inizio, lui stava rispondendo davvero bene, ma successivamente ho ripreso il mio livello.

Il match è andato avanti, ho fatto qualche accorgimento e giocato molto bene, specialmente nel terzo set. Ho servito in maniera grandiosa, e questo mi ha tolto molta pressione. Toilet break e Tsitsipas? Bevendo ci idratiamo molto e quindi dobbiamo usare il bagno.

Per cambiare i calzini, le scarpe, le mie solette nelle scarpe, i pantaloncini, la maglietta, il cappello, ci vogliono cinque, sei minuti. I media sono stati terribili con Stefanos. Non conosco la sua situazione, ma dubito che parli con suo padre” .

Opelka ha infine parlato del suo prossimo avversario. “Ci siamo affrontati la prima volta a Roma, ma lui non aveva mai giocato contro un tennista come me. In un certo senso, sono un giocatore unico. Era molto in difficoltà e credo che gestirà la situazione meglio questa volta.

Anche per me sfidare Isner la prima volta è stato stano. Mi aspetto un match di ottimo livello. Lui è un grande atleta e può creare dei colpi incredibili. Userà la partita giocata a Roma. Questo lo aiuterà a sentirsi meglio in campo, ma il mio modo di giocare non cambierà.

I giocatori sanno cosa aspettarsi quando ci sono io dall’altra parte della rete. Preferisco rimanere fedele alle mie armi, che possono funzionare molto bene. È questo che mi aiuta a mantenere la calma. Ho bene in mente cosa devo fare e quale schema seguire” . Photo Credit: Nicole Pereira/ USTA