Alexander Zverev fa un nuovo duro attacco a Stefanos Tsitsipas



by   |  LETTURE 8102

Alexander Zverev fa un nuovo duro attacco a Stefanos Tsitsipas

Le recenti vittorie sul cemento alle Olimpiadi di Tokyo e al Master 1000 di Cincinnati hanno indicato Alexander Zverev come uno dei possibili rivali di Novak Djokovic per la conquista del ‘Calendar Grand Slam’.

Il tedesco intanto ha esordito con successo agli Us Open, regolando in tre set e senza particolari problemi il padrone di casa Sam Querrey. In conferenza stampa, oltre al commento sulla sua prestazione in campo, il numero 4 del mondo non si è rifiutato di rispondere alla domanda sulla polemica del ‘toilet break’ di Stefanos Tsitsipas, ritenuto da molti giocatori che ha affrontato nell’ultimo periodo estremamente lungo e definita una tattica per recuperare lo svantaggio accumulato nel corso dei match.

Le parole di Zverev

"A volte è bello avere un avversario difficile al primo turno, perché sei estremamente concentrato e sai che devi giocare a un livello molto alto. Se guardiamo indietro nella mia storia, ho avuto problemi con più con avversari ‘sconosciuti’, senza molta classifica, senza molta esperienza nei Grandi Slam o nei grandi tornei.

Quel tipo di rivali sono quelli che ho dovuto combattere di più nei primi turni" ha confessato il nativo di Amburgo, che sfiderà ora lo spagnolo Ramos-Vinolas. Sulla sua prova ha continuato: “Sam è una persona davvero pericolosa su questo tipo di superfici, essendo stato semifinalista a Wimbledon.

Ha servito molto bene oggi. Sono felice di aver vinto in tre parziali e di aver tenuto il suo gioco sotto controllo. Ci sono sempre cose che possono essere migliorate, tipo dalla linea di fondo posso giocare meglio. Non ci sono stati molti scambi, entrambi abbiamo servito bene e strappare il servizio su questi campi non è un compito facile" ha affermato.

Sull’argomento più discusso delle ultime settimane: "Succede sempre, in ogni partita, e non è normale. È successo a me, al Roland Garros a Novak in finale, con Krajinovic ad Amburgo. Con me a Cincinnati era semplicemente ridicolo.

E ora di nuovo i giocatori stanno prendendo atto. È il numero tre al mondo: non credo abbia bisogno di qualcosa del genere per essere bravo in quello che fa. Questo genere di cose si fa in età giovanile, Challenger forse, ma non quando sei tra i migliori del circuito" ha attaccato nei confronti del tennista greco.

Zverev ha battuto recentemente il serbo, in vetta al ranking Atp, ai giochi olimpici. La sua opinione su chi possa arrivare in fondo all’ultimo appuntamento prestigioso della stagione: "Djokovic è il favorito dopo aver vinto tre Slam quest'anno.

Sono riuscito a batterlo in un torneo importante e poco altro. Non si discute molto su chi sia il primo candidato. Ma il resto dei giocatori ha molta fame, stiamo giocando molto bene. Daniil Medvedev è in gran forma. Anche Stefanos sta giocando molto bene, al di là dell'andare in bagno come se fosse sulla luna.

E io sto giocando bene. Ho vinto due tornei, ben 12 partite di fila. Spero di poter continuare a mantenere questo livello e persino migliorarlo. Sconfiggere Novak qui è un compito tremendamente difficile" ha concluso.