Naomi Osaka: “Ecco l’aspetto di me stessa che devo cambiare”



by   |  LETTURE 2411

Naomi Osaka: “Ecco l’aspetto di me stessa che devo cambiare”

Esordio positivo a Flushing Meadows per la numero 3 WTA Naomi Osaka, che ha battuto la ceca Marie Bouzkova con il punteggio di 6-4 6-1. Naomi deve difendere il trionfo dello scorso anno, conseguito in piena pandemia di Coronavirus, quando è riuscita a superare in finale Victoria Azarenka in tre set.

Osaka: “Son una perfezionista”

Parlando dopo il match, come pubblicato dal sito Punto de Break, la campionessa nipponica ha detto: “È davvero importante per me aver vinto in due set e poter giocare ad un buon livello.

Sono partita molto nervosa, ma è stata una sensazione unica rivedere così tante persone sulle tribune, mi hanno dato un sacco di energia perché credo di essere una giocatrice che si diverte assieme al pubblico, che vuole dare spettacolo e sentire che le persone si divertono assieme a lei”.

Osaka ha quindi rivelato un suo ‘difetto’: “Sono troppo perfezionista: se ottengo qualcosa, non importa quanto grandioso sia, se sento di non averlo reso perfetto mi sento molto frustrata. Devo imparare a vincere le partite senza percepire le migliori sensazioni e, soprattutto, a sentirmi felice in campo”.

La tre volte campionessa Slam ha dunque commentato il suo ruolo di icona mondiale: “Una delle cose più surreali per me è sapere di essere un modello per tutti i giovani del mondo. Quando qualcuno me lo dice non so come reagire, ma devo valorizzarmi e sapere che questo è un grande onore.

La chiave è credere in me stessa, solo così posso essere felice e comprendere quelle belle parole che mi individuano come un punto di riferimento”. Infine, Naomi ha commentato la sua abitudine di esporre le proprie sensazioni sui social media: “Sono sempre stata una persona molto riflessiva e credo che il fatto di pubblicare i miei pensieri sui social sia più un modo per aiutare me stessa che condividerli con gli altri, penso di ottenere una forza interiore da ciò che scrivo.

Pubblicarli significa che non si torna indietro, che devo assumermi la responsabilità di ciò che ho scritto”. Photo Credit: InsideSport