Alcaraz parte bene agli Us Open, ma non come si aspettava



by   |  LETTURE 5977

Alcaraz parte bene agli Us Open, ma non come si aspettava

Le vittorie non sono più una sorpresa, anzi, solo una conferma delle sue grandi potenzialità. E pensare che prima dell’inizio della stagione 2021 non aveva mai esordito in nessun torneo Slam; ora Carlos Alcaraz ha concretizzato per la prima volta il ‘poker’, ovvero la partecipazione ad Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e Us Open, riuscendo anche a vincere in tutte e 4 le occasioni almeno una partita.

Lo spagnolo continua il suo percorso di crescita e, a volte, si sorprende per la facilità in cui supera i suoi avversari. È stato il caso nella prima giornata della competizione newyorkese, con il 18enne che ha affrontato e battuto nettamente l’ostico britannico Cameron Norrie in tre set, col punteggio di 6-4, 6-4, 6-3.

Al termine della gara il nativo di Murcia è rimasto un po’ stranito di come abbia chiuso velocemente il match e senza faticare troppo con un avversario in forma e numero 28 del mondo.

Le sue parole al termine della gara

“Essere calmo nelle situazioni difficili, è qualcosa che sto cercando di migliorare col tempo.

Nonostante io abbia già fatto tante esperienze in questa stagione, giocare in qualche torneo per la prima volta, affrontare quella prima partita, non è mai facile. Penso di essere stato abbastanza calmo stasera, sono riuscito a gestire abbastanza bene l’andamento della sfida, quindi sono davvero contento della mia prestazione e di aver raggiunto il successo” si è presentato così il tennista iberico ai microfoni di Punto de Break.

Ancora sulla sua prova ha sottolineato: “Terminato il confronto, quando mi sono reso conto davvero di aver dominato tanto, mi ha dato tante soddisfazioni, visto che mi piace sempre dominare. Prima della partita non pensavo che avrei messo così in difficoltà Norrie, pensavo che sarebbe stata molto più dura.

È vero che è un giocatore che ti fa giocare, ma al contrario è molto bravo”. Ha poi proseguito: “I dati significano che sto facendo le cose bene, ho giocato ad alto livello per tutto l'anno, penso significhi anche che su qualsiasi superficie posso adattarmi e competere bene, ed è molto importante questo.

Al meglio dei cinque set a poco a poco mi sto adattando meglio, sapendo gestire ogni momento. Oggi credo di essere pienamente preparato per giocare una partita di cinque parziali" Il suo obiettivo al primo Us Open a cui prende parte: “Ovviamente mi piacerebbe vincere e, in effetti, è quello che penso ogni volta che vado in campo.

In questo momento l'intento principale è continuare a crescere e continuare a divertirsi, a giocare al meglio dei cinque set contro i migliori giocatori, come quelli qui in questo torneo. Voglio continuare ad andare avanti e godermi questa incredibile esperienza” ha concluso Alcaraz.