Naomi Osaka svela quali sono i suoi obiettivi oltre il tennis



by   |  LETTURE 9673

Naomi Osaka svela quali sono i suoi obiettivi oltre il tennis

È una delle atlete più apprezzate nel panorama tennistico ed in Giappone è ormai un'icona sportiva. Nonostante la vittoria degli Australian Open questo 2021 è stato davvero difficile per Naomi Osaka: la forte tennista ha evidenziato alcuni problemi di salute mentale, soprattutto a causa di evidenti difficoltà a rapportarsi con i media.

A causa di ciò la Osaka si è però guadagnata il rispetto anche extra sportivo di una grande parte dei suoi colleghi. A tre mesi da quando è iniziato tutto, ovvero subito dopo il Roland Garros, la Osaka ha raccontato particolari dettagli sconosciuti a tanti.

Naomi Osaka sulla salute mentale

Nell'intervista la nipponica ha parlato cosi alla rivista Women's Health: "Viviamo in un mondo in cui le persone parlano e commentano davvero molto velocemente e per loro tutto è facile.

Il silenzio per loro è quasi scomodo. Sapere che un gesto o un azione può cambiare una vita è davvero importante per me. Tra tutte le cose che faccio trovo che quando faccio del mio meglio per aiutare gli altri, mi soddisfa molto.

Io non voglio solo essere una persona che gioca a tennis, voglio aiutare altre persone e capiscani che gli atleti sono ancora esseri umani come le altre persone e tutti abbiamo a che fare con problemi ed in generale con qualcosa nella nostra vita.

La musica mi calma, amo artisti come Beyonce e Rihanna e sono stimolanti ed edificanti" La Osaka ha poi discusso anche della polemica con i media che l'ha caratterizzata negli ultimi mesi: "Non ho mai voluto allenarmi a parlare con i media perché non volevo offrire risposte preconfezionate e sinceramente per me sembrava quasi che non stessi parlando io"

La stagione della giapponese è stata abbastanza condizionata da questa estenuante lotta sui media; per non partecipare alle conferenze stampa la Osaka si è ritirata al secondo turno del Roland Garros ed ha deciso di rinunciare ad un torneo importante e storico come quello di Wimbledon.

È tornata alle Olimpiadi e recentemente al Masters 1000 di Cincinnati ma la sua preparazione non è ancora ottimale.