Reilly Opelka elogia Daniil Medvedev: “È stato impeccabile”



by   |  LETTURE 3016

Reilly Opelka elogia Daniil Medvedev: “È stato impeccabile”

Una settimana speciale per lo statunitense Reilly Opelka, che a sorpresa ha sconfitto in serie Nick Kyrgios, Grigor Dimitrov, Llloyd Harris, Roberto Bautista Agut e Stefanos Tsitsipas per raggiungere la finale nel torneo di Toronto, la sua prima in un evento Masters 1000, dove è stato fermato da Daniil Medvedev con il punteggio di 6-4 6-3.

Grazie a questo risultato, Opelka è salito alla 23° posizione del ranking ATP, suo attuale miglior piazzamento in classifica.

Opelka: “Si è meritato tutto”

Intervistato come di consueto dopo il match, l’americano – come riportato anche dal sito web Punto de Break – ha dichiarato: “Daniil ha giocato molto bene e si è chiaramente meritato questa vittoria.

Non lo dico per essere gentile con lui o per dare lezioni di buona sportività. Medvedev è un grande tennista ed oggi è stato superiore sotto ogni punto di vista del gioco. È stato impeccabile. Ho avuto l’opportunità di strappargli il servizio all’inizio del primo set, cosa che forse avrebbe un po’ cambiato la partita.

Non so se avremmo visto un altro match, dal momento che Daniil mi stava mettendo in difficoltà su tutti i miei turni di battuta. Le condizioni di oggi in campo hanno anche influenzato un po’ il mio stile di gioco.

Ad ogni modo, sono soddisfatto della fantastica settimana che ho vissuto. Spero di viverne altre”. Grazie a questo successo, Medvedev ha potuto sollevare il suo quarto trofeo di un appuntamento Masters 1000. Il moscovita ha anche superato il nostro Matteo Berrettini nella classifica Race to Turin, valevole per la qualificazione al Master di fine anno: adesso è terzo, con poco più di 4000 punti.

Al via tra poco il Western & Southern Open di Cincinnati, dove a difendere il titolo dello scorso anno sarà assente Novak Djokovic: il serbo, reduce dalla delusione delle Olimpiadi, tornerà direttamente per gli Us Open.

L’ex numero uno ATP ha fatto sapere nelle scorse ore di doversi sottoporre ad un ennesimo intervento chirurgico al ginocchio. Photo Credit: Eurosport