Medvedev non si nasconde: "Il mio obiettivo è vincere i grandi tornei"



by   |  LETTURE 4292

Medvedev non si nasconde: "Il mio obiettivo è vincere i grandi tornei"

Daniil Medvedev ha dominato dal primo all’ultimo scambio la semifinale contro uno stanco John Isner e ha conquistato meritatamente la finale del National Bank Open. Il tennista russo ha raggiunto quattro volte l’ultimo atto di un torneo Masters 1000 prima del risultato siglato questa settimana e solo in un’occasione non ha sollevato al cielo il trofeo.

L’unica sconfitta subita da Medvedev in una finale 1000 è però arrivata proprio alla Rogers Cup nel 2019, quando Rafael Nadal lo annullò dal punto di vista tattico.

Medvedev: "Mi aspettavo una partita più equilibrata"

"Ad essere sincero, pensavo che Isner avrebbe fatto più ace e punti diretti con il servizio.

Mi aspettavo una partita molto più equilibrata. Penso abbia avuto qualche problema. Ho sentito fin dal primo momento che potevo attaccarlo in risposta. Sono stato molto solido al servizio e penso di aver meritato senza dubbio la vittoria.

Sono molto contento di essere in finale e di essere ad un passo dal titolo. Preparazione per gli US Open? Certo che in qualche modo penso agli US Open. Dobbiamo comunque mantenere la calma, perché manca ancora un po'

In questo periodo può succedere di tutto. Ho sempre pensato che la migliore preparazione agli US Open sia vincere il maggior numero di partite possibile durante il Tour americano. Ora sono in finale a Toronto e la prossima settimana giocherò a Cincinnati.

Più partite vinco, più mi sentirò in fiducia in vista degli US Open" Medvedev è il giocatore che ha disputato più tornei tra i tennisti presenti in top 10. "Non lo sapevo. Forse gli altri hanno deciso di riposarsi abbastanza.

Cerco di gestire il mio programma con saggezza. Sulla terra ho deciso di giocare solo i Masters 1000 e il Roland Garros, per esempio. Non mi nascondo: il mio obiettivo principale è vincere i tornei importanti. In questo momento mi sento molto bene" .

Medvedev affronterà Reilly Opelka in finale. L'americano ha sconfitto in tre set un nervoso Stefanos Tsitsipas.