Daniil Medvedev racconta le sue sensazioni dopo l'accesso ai Quarti



by   |  LETTURE 1480

Daniil Medvedev racconta le sue sensazioni dopo l'accesso ai Quarti

Continua la corsa di Daniil Medvedev verso la finale del Masters 1000 di Toronto. Lo stesso russo ha ammesso che qualsiasi altro risultato sarebbe un fallimento, in un torneo dove mancano i Big Three e lui da testa di serie numero uno è il favorito principale alla vittoria.

Dopo le fatiche contro Alexander Bublik ed una vittoria arrivata in rimonta è molto più agevole il successo contro l'australiano Duckworth, tennista vincitore nel turno precedente a sorpresa su Jannik Sinner, e battuto in questo caso con il risultato di 6-2;6-4.

Nel primo set il russo ha dominato e vinto agevolmente, nel secondo set le cose sembravano andare ugualmente ma Daniil ha complicato le cose con un piccolo blackout e break subito nel finale del secondo parziale. Al prossimo turno per lui ci sarà il polacco Hubert Hurkacz, il tennista che lo ha eliminato a Wimbledon e che è recentemente arrivato in semifinale nel torneo londinese.

Le parole di Medvedev in conferenza stampa

Due anni fa Medvedev fu sconfitto in finale ed al termine della gara odierna ha rilasciato dichiarazioni ai microfoni del sito ufficiale dell'Atp: "Lui stava giocando abbastanza bene, soprattutto all'inizio, poi ho iniziato a giocare ed ho vinto una serie di game consecutivi e questo mi ha portato avanti.

Lui ha perso il ritmo e credo che sia stato merito mio. Sono riuscito ad andare avanti per il resto del match, poi quando ho servito per il match lui ha giocato libero da ogni pressione e mi ha ribrekkato, si è avvicinato nuovamente ed ha ben giocato, mi ha messo pressione ma alla fine sono riuscito a conquistare questa vittoria e sono davvero contento"

Medvedev viene considerato come il principale avversario di Novak Djokovic ai prossimi Us Open: il campione serbo ha un'opportunità storica visto che può fare il Grande Slam e l'attuale numero due al mondo appare il principale concorrente per provare a strappargli l'ennesimo record di una straordinaria carriera.

Già ad inizio stagione i due si sono sfidati in finale agli Australian Open ma la sfida ha visto trionfare nettamente il campione serbo.