Tsitsipas: "Assenza dei Big Three? Ci sono nuove stelle"



by   |  LETTURE 1582

Tsitsipas: "Assenza dei Big Three? Ci sono nuove stelle"

La crescita di Stefanos Tsitsipas passa soprattutto attraverso partite come quella giocata al secondo turno del National Bank Open contro Ugo Humbert. NeI secondo set, il tennista greco ha avuto l’opportunità di servire per il match e chiudere la pratica sul 5-4, ma ha trovato il peggior game della sua partita.

Come se non bastasse, Humbert è stato in grado di cancellare cinque match point nel tie-break e portare la sfida all’ultimo e deciso set. Proprio nel momento più importante, Tsitsipas ha però ritrovato i suoi colpi e dominato il suo rivale; lo stesso che aveva posto fine alle sue speranze olimpiche a Tokyo.

Tsitsipas: "Big 3? Ci sono nuove stelle in questo momento"

“Lavoro da un po' di tempo con un mental coach. Lo conosco da quando avevo 12 anni e da allora lavoriamo insieme, mi aiuta ogni volta che ne sento il bisogno" , ha spiegato il nuovo numero tre del mondo in conferenza stamap.

"In genere cerco di trovare soluzioni e risolvere i miei problemi da solo, non mi piace dipendere troppo dagli altri in certe occasioni, non più dello stretto necessario. Dopo il secondo set mi sono preso una piccola pausa, avevo bisogno di rinfrescarmi, di lasciarmi alle spalle certi pensieri, non volevo pensarci più.

So quanto sia importante avere quell'equilibrio mentale per superare le difficoltà, ho già avuto diverse esperienze nella mia carriera. Nonostante abbia perso il secondo set, credevo ancora di avere qualcosa di buono da offrire nel match" .

Tsitsipas si è infine soffermato sull'assenza dei Big 3. "Non ci penso troppo. Se non sono pronti fisicamente, se non sono pronti per giocare, sta a loro prendere la giusta decisione. È un dato di fatto e dobbiamo accettarlo, sappiamo che hanno centinaia di tifosi sugli spalti, che sono il motivo per cui la gente riempie gli stadi.

Fanno parte del tennis, ma penso che nella stanza ci sia spazio anche per nuove stelle. A poco a poco le cose stanno cambiando, i giovani stanno arrivando. Sentiamo anche che un gran numero di tifosi ci supportano e ci fanno sentire il loro amore in ogni partita, quindi dobbiamo rispondere dando il massimo. Abbiamo il massimo rispetto per loro" .