Ruud, uno dei tecnici svela il suo reale obiettivo



by   |  LETTURE 5980

Ruud, uno dei tecnici svela il suo reale obiettivo

La carriera di Casper Ruud è, in questo momento, all’apice e sembra destinata a crescere ulteriormente. Il giovane tennista norvegese, che attualmente occupa la posizione numero 12 del mondo, corrispondente anche al suo best ranking, è senza dubbio tra i giocatori che arrivano più in forma alla campagna sul cemento.

Il ventiduenne di Bærum è in ascesa e lavora per essere competitivo su tutte le superfici, ma per il momento è la terra battuta la più redditizia per lui. Solo in questa stagione, Ruud ha infatti raggiunto la semifinale al Masters 1000 di Monte Carlo battendo avversari del calibro di Schwartzman, Carreño Busta e l’azzurro Fognini, prima di arrendersi a Rublev; centra lo stesso risultato al successivo torneo, l’ATP 250 di Monaco di Baviera, e ancora a un altro Masters 1000, quello di Madrid, dove viene fermato da Berrettini ma può vantare la vittoria su Tstitsipas, trionfante a Monte Carlo.

Nell’ultimo segmento di stagione sulla terra compie poi un capolavoro, conquistando il suo secondo titolo ATP al 250 di Ginevra e mettendo a segno una splendida “tripletta” portandosi a casa il trofeo a Bastad, Gstaad e Kitzbühel.

Questi successi, giunti grazie a una striscia di 12 vittorie consecutive, lo avvicinano alla top 10 e lo candidano prepotentemente per un posto alle ATP Finals di Torino: attualmente è numero 8 della race.

Clar: “Casper sta diventando sempre più completo”

In qualità di testimone diretto di questa splendida cavalcata da parte di Ruud c’è Pedro Clar, uno dei suoi allenatori, il quale in un’intervista al sito ufficiale dell’ATP ha dichiarato che “uno degli obiettivi è riuscire a entrare nella top 10”.

Con i trionfi a Bastad, Gstaad e Kitzbühel, il talento norvegese ha toccato quota 35 vittorie in stagione, a fronte di sole 9 sconfitte: “Prima di giocare questi tornei – ha spiegato Clar − sapevamo che avrebbe potuto dare ottimi risultati.

L'unico modo per ottenere la vittoria è concentrarsi sul presente e cercare di dare il massimo livello in ciascuna delle partite, un fatto che abbiamo raggiunto”. “L'idea di fare un buon tour americano e poter ottenere i migliori risultati", ha aggiunto il suo allenatore, che poi ha concluso evidenziando le doti da grande professionista di Ruud: “Casper è riuscito a consolidare il suo livello e sta diventando un giocatore sempre più completo e regolare.

È un giocatore giovane ma con grande maturità, sempre predisposto ad allenarsi al massimo per migliorare il proprio livello”.