Tokyo, Schwartzman è una furia: "Non è tennis, siamo a The Walking Dead"



by   |  LETTURE 38211

Tokyo, Schwartzman è una furia: "Non è tennis, siamo a The Walking Dead"

L'avventura ai Giochi Olimpici di Diego Schwartzman si è conclusa ufficialmente agli Ottavi di finale. Il tennista argentino dice addio a Tokyo 2020 con la sconfitta contro il russo Karen Khachanov, vincitore in tre set con il risultato di 6-1;2-6;6-1.

Ancora una volta a fare rumore e tante polemiche sono però le condizioni climatiche in cui si sono giocati le sfide e Schwartzman è apparso davvero molto infastidito nella conferenza stampa post partita. Da Medvedev fino a Paula Badosa sono tanti i tennisti che hanno sofferto in maniera enorme le condizioni climatiche e Schwartzman è stato davvero durissimo lanciando pesanti accuse.

La tennista spagnola si è sentita male a causa del forte caldo e non ha retto tanto che addirittura è stata costretta al ritiro ed ad abbandonare il campo su una sedia a rotelle. Condizioni ritenute dalla maggior parte degli atleti come 'indecenti' con orari al limite e che stanno mettendo in seria difficoltà tutti gli atleti presenti all'interno dei Giochi Olimpici in terra nipponica.

Le parole di Schwartzman in conferenza stampa

Ecco le parole del tennista argentino: "È davvero difficile giocare a tennis quando si gioca a 40 gradi tutti i giorni. Gli orari della gara li decidono chi siede in poltrona e guarda il Livescore con tre condizionatori accanto.

Poi ti danno dieci minuti di spacco tra secondo e terzo set e così perdi il ritmo agonistico. Torno a casa molto incazzato, è inammissibile giocare in queste condizioni 16 ore dopo un match duro come quello di ieri.

Più che una partita di tennis questo match sembrava The Walking Dead. Vediamo chi riesce a restare in campo più tempo senza soffrire il calore, sono davvero arrabbiato per come è andata oggi. Sconfitte come queste fanno male ed è brutto perché perdi in un torneo importante come le Olimpiadi"

Riguardo i piani futuri Diego Schwartzman ha poi rivelato quando tornerà spiegando: "Questa sconfitta è deludente perché pensavo di avere più chance, ora mi riposerò per qualche giorno e poi inizierò a preparami in vista del tour americano sul cemento. Spero di poter tornare presto e giocare al mio miglior livello"