John McEnroe: “Goran Ivanisevic è stato più pazzo di me sul campo”



by   |  LETTURE 5836

John McEnroe: “Goran Ivanisevic è stato più pazzo di me sul campo”

Davvero encomiabile la carriera di Goran Ivanisevic, culminata vent’anni fa con lo storico trionfo a Wimbledon come wild card. Nato nel 1971, il tennista originario di Spalato ha vinto 22 titoli del circuito maggiore ATP e raggiunto la semifinale degli Us Open 1996, battuto dall’americano Pete Sampras al quarto set.

Ex numero 2 del mondo, Ivanisevic è stato introdotto recentemente nella prestigiosa International Hall of Fame di Newport.

McEnroe: “Felicissimo del premio di Goran”

L’ex numero uno del mondo John McEnroe, oggi apprezzato commentatore televisivo, ha detto di Goran, come riportato anche dal sito web Punto de Break: “Amo Goran Ivanisevic e sono assolutamente felice che sia stato introdotto qualcuno nella Hall of Fame che è senza dubbio più pazzo di me sul campo.

Ma ecco la verità: lui è stato formidabile a tennis, ha sicuramente personalità. Mi ha sempre messo in difficoltà perché non sapevo mai cosa sarebbe successo durante le sue partite e sono sicuro che non lo sapesse neppure lui.

Ma la sua imprevedibilità era anche parte del motivo per cui mi piaceva”. Di dodici anni più anziano rispetto a Goran, McEnroe ha affrontato Ivanisevic sei volte in carriera vincendone due: l’ultimo successo è arrivato a Miami nel 1992, con l’americano vittorioso per 5-7 7-5 7-5.

Per quanto riguarda il campione croato, l’ultimo trionfo ATP di Ivanisevic è stato proprio quello di Wimbledon nel 2001: da quel momento in poi non è più riuscito a raggiungere una finale. Il circuito maschile e femminile passerà adesso attraverso le Olimpiadi di Tokyo 2020, disertate da numerosi giocatori e giocatrici (basti pensare a Rafael Nadal, Roger Federer, Matteo Berrettini, Simona Halep e Angelique Kerber, solo per fare alcuni nomi).

Indiscusso favorito in Giappone non potrà che essere il numero uno del mondo Novak Djokovic, campione quest’anno a Melbourne, Parigi e a Wimbledon. Il serbo è già qualificato per le ATP Finals di Torino, che si terranno dal prossimo 14 novembre. Photo Credit: Associated Medias