Monaco parla delle principali differenze tra Sinner e Berrettini



by   |  LETTURE 3330

Monaco parla delle principali differenze tra Sinner e Berrettini

Matteo Berrettini ha scritto una delle pagine più bella della storia del tennis italiano la scorsa settimana. Il romano è infatti diventato il primo tennista azzurro a raggiungere la finale a Wimbledon; finale che ha perso in quattro set contro Novak Djokovic, che ha eguagliato il record Slam di Roger Federer e Rafael Nadal e si è portato a quota 20 Major.

Guido Monaco, ex tennista azzurro, ha parlato proprio dell’exploit di Berrettini a Tennis2U, programma di Sport2U e che vede la collaborazione di OA Sport.

"Berrettini non era valorizzato dal punto di vista mediatico"

"Dal punto di vista mediatico, Matteo non era valorizzato per quanto stesse facendo.

Ora è diverso: anche l’ultimo degli scettici si è ricreduto. Dal punto di vista tecnico, si è visto quanto sia vicino ai più forti del mondo. L’erba valorizza alcuni colpi penalizzandone altri.

Ora si è dimostrato una grande conferma: è sempre stato sottostimato e ha potuto fare esperimenti e varie prove senza eco negativa, a differenza di quanto sta capitando a Sinner. Tecnicamente, Matteo ha un servizio e un dritto che colpiscono.

La risposta, soprattutto quella di rovescio, è migliorata molto, il back di rovescio è ancora un po’ strappato e lo vedo come un segno di poca serenità. Ne ho parlato anche con Santopadre: nella finale a Wimbledon, con 39 discese a rete in una partita con quasi 300 punti giocati è poco per un giocatore con le sue caratteristiche.

Matteo non si fida a venire più avanti e mettere pressione: questo potrebbe fargli fare un salto di qualità, in particolare sulle superfici veloci“ . Ricordiamo che Berrettini ha comunicato qualche ora fa che non parteciperà alle Olimpiadi di Tokyo a causa di un risentimento muscolare alla gamba sinistra.

L'Italia perde quindi un altro grande protagonista dopo Sinner, che ha invece preferito concentrarsi sulla sua crescita nei prossimi mesi. Berrettini ha spiegato su Instagram: "Sono estremamente dispiaciuto di annunciare la mia cancellazione dalle Olimpiadi di Tokyo.

Ieri mi sono sottoposto ad una risonanza per controllare l'infortunio alla gamba sinistra che mi sono procurato durante Wimbledon e l'esito non è stato ovviamente positivo. Non potrò competere per alcune settimane e dovrò stare a riposo" .