Panatta sul caso Sinner: "Per me è inconcepibile "



by   |  LETTURE 165665

Panatta sul caso Sinner: "Per me è inconcepibile "

Adriano Panatta è stato uno dei tennisti italiani a ottenere i migliori risultati sull’erba. In particolare, il vincitore della 75ª edizione del Roland Garros raggiunse i quarti di finale a Wimbledon nel 1979 e perse un’incredibile partita contro Pat Dupre al quinto set.

In un’intervista esclusiva rilasciata alla Gazzetta dello Sport, Panatta ha ricordato la sconfitta con l’americano e parlato delle possibilità di vittoria di Matteo Berrettini.

Panatta e il caso Jannik Sinner

"Non parliamo del mio quarto di finale del 1979: è stata la sconfitta più bruciante della mia carriera, mi vengono I nervi ancora adesso a pensarci" , ha spiegato Panatta.

"Parliamo dei ragazzi di oggi che è meglio. Berrettini? Mi place molto. E’ un ragazzo educato con un grande rispetto degli avversari. E gioco molto bene: la sua combinazione servizio e dritto è fenomenale e sull’erba fa la differenza.

Ha anche lavorato tanto ed è stato bravo ad alzare l’asticella in continuazione. La testa in un giocatore di tennis gioca un ruolo fondamentale e lui in questo momento anche da quel punto di vista è molto forte.

Uno che vince il Queen’s entra di diritto tra i favoriti, su questo non ci sono dubbi. Speriamo che faccia più strada possibile, le qualità per arrivare molto avanti le ha. Poi le partite sono partite, il tennis è uno sport che si decide su pochi punti" .

Panatta ha anche commentato la decisione presa da Sinner negli ultimi giorni. L'altoatesino ha infatti comunicato che non parteciperà alle Olimpiadi di Tokyo. "Spero sinceramente che si ritrovi al più presto perché ha un ottimo potenziale ma… per me è inconcepibile che un giocatore di neanche 20 anni rinunci all’Olimpiade o alla coppa Davis: ci sono atleti che darebbero un braccio o una gamba per esserci.

Evidentemente sono proprio cambiati i tempi" . A sostituire Sinner sarà Lorenzo Musetti, che potrà sicuramente dire la sua e stupire tutti come fatto negli ultimi mesi.