Le dichiarazioni di Berrettini dopo la netta vittoria contro Ivashka



by   |  LETTURE 3408

Le dichiarazioni di Berrettini dopo la netta vittoria contro Ivashka

Matteo Berrettini ha vinto la nona partita consecutiva sull’erba e ha raggiunto per la prima volta in carriera i quarti di finale a Wimbledon. Il tennista italiano ha sconfitto nettamente Ilya Ivashka e al prossimo turno affronterà Felix Auger-Aliassime per un posto alle semifinali.

Le dichiarazioni di Matteo Berrettini

"Mi sento come se non stessi usando molte energie, perché ho vinto la maggior parte delle mie partite in tre set”, ha detto Berrettini. subito dopo la partita. “È davvero un bene per me se guardo al lungo periodo.

Sento che sto giocando il miglior tennis della mia carriera.Anche due anni fa stavo giocando bene, ma era tutto nuovo. Mi sono dovuto adattare un po' alle condizioni. Ora ho sicuramente più fiducia, e anche più esperienza.

So che posso ottenere i miei migliori risultati come ho fatto a Parigi, dove ho raggiunto i quarti di finale al Roland Garros. Ovviamente il torneo non è ancora finito. Non vedo davvero l'ora di ottenere ancora di più.

Sono abbastanza contento del livello, dell'intensità e della mentalità che ho mostrato in queste prime partite. Sono riuscito a mantenere lo stesso livello di tennis ma ora mi sento un po’ più forte perché ho più partite sulle spalle, ho più fiducia.

Certo sarebbe bello giocare una partita senza avere nessun calo, ma se si riesce a giocare bene anche solamente nei momenti importanti, se si è capaci di alzare la tensione quando è necessario e tirare fuori le giocate giuste, allora va bene uguale.

Oggi ho avuto un solo momento di calo, quando ho servito sul 5-2 nel secondo set" . L'avversario di Berrettini sarà appunto Auger-Aliassime, che ha sconfitto in cinque set Alexander Zverev. Il canadese sta cercando di trovare un po di solidità e continuità in questa delicata fase della sua carriera e farà di tutto per conquistare la prima semifinale Slam.

I due si sono affrontati una sola volta in passato, ma il precedente è legato proprio a una partita giocata sull'erba. Si tratta della finale del torneo di Stoccarda, vinta da Berrettini in due set.