Matteo Berrettini commenta il suo passaggio agli Ottavi di Wimbledon



by   |  LETTURE 4605

Matteo Berrettini commenta il suo passaggio agli Ottavi di Wimbledon

Per la terza volta nella storia, la prima dal lontanissimo 1955, due tennisti italiani raggiungono gli Ottavi di finale di Wimbledon, ovvero Matteo Berrettini e Lorenzo Sonego. Il numero uno azzurro non ha faticato molto per battere lo sloveno Aljaz Bedene, sconfitto con un triplo Bedene e dimostrando ancora una volta una buona condizione di forma.

Agli Ottavi di finale avversario non impossibile per l'azzurro che affronterà Ivashka. Successivamente, dai Quarti in poi, dovrebbero arrivare gli ostacoli pesanti con il programma, sorprese permettendo, che dovrebbe prevedere Zverev, uno tra Federer e Medvedev in semifinale e Novak Djokovic nell'eventuale finale.

Le parole di Berrettini nel post gara

Ai microfoni di SuperTennis il tennista romano ha raccontato le sue impressioni: "Sono molto contento della mia prestazione, una prova abbastanza solida. Bedene era un avversario insidioso ed ho messo subito le cose in chiaro, ora vedremo agli Ottavi di finale.

Sto bene e sono contento di non aver speso troppe energie, in tornei come quelli del Grande Slam è una cosa molto importante. Ivashka? Ci conosciamo da tempo, è in tennista che se la cava molto bene e sull'erba ha spesso fatto vedere ottime cose, basta ricordare ciò che ha fatto ad Halle.

Voglio farmi trovare pronto per quel match e vedremo come andrà" Reduce dalla buona prestazione al Queen's dove Matteo Berrettini ha vinto il torneo, il tennista italiano viene considerato uno dei principali outsider per il torneo, ovviamente tutti dietro rispetto al grande favorito del torneo Novak Djokovic che in caso di vittoria potrebbe conquistare il suo ventesimo Slam pareggiando i conti con i grandi rivali di sempre Roger Federer e Rafael Nadal.

Da un lato sappiamo della grande assenza nel torneo dello spagnolo mentre dall'altra c'è grande curiosità riguardo Roger Federer con il tennista quasi quarantenne che ha raggiunto gli Ottavi di finale e che eventualmente potrebbe sfidare Berrettini in semifinale nel torneo, un evento sicuramente storico e che ripeterebbe il match di due anni fa, rivincita di quello scontro che vide il nostro tennista un po' intimorito e sconfitto facilmente.