Berrettini non si nasconde e svela la conversazione con Becker



by   |  LETTURE 10509

Berrettini non si nasconde e svela la conversazione con Becker

Dopo il prestigioso successo ottenuto al torneo del Queen’s, Matteo Berrettini ha fatto il suo esordio a Wimbledon e ha sconfitto con il punteggio di 6-4, 3-6, 6-4, 6-0 un ottimo Guido Pella. L’azzurro ha avuto un solo vero passaggio a vuoto nel sesto game del secondo set; passaggio a vuoto che gli è costato il parziale ma non il match.

Berrettini è stato infatti bravo a rialzare la testa nella terza frazione di gioco e ad annullare il suo avversario nella quarta. Il romano conosce molto bene il suo potenziale su questa superficie e non ha paura di rivelare le sue grandi aspettative.

Berrettini sogna in grande e rivela la conversazione con Becker

“Nei momenti difficili della partita mi sono detto che ho lavorato troppo duramente nelle ultime settimane per lasciarmi andare. Ho vinto la maggior parte delle partite giocate in questa parte della stagione e questo mi dà un’enorme fiducia.

Sull’erba devi essere concentrato in ogni momento; le cose cambiano rapidamente e so che devo essere più forte del solito dal punto di vista mentale. Sono consapevole di avere tutte le armi necessarie per andare lontano in questo torneo.

Il mio slice fa male, sono aggressivo con il dritto e il servizio funziona bene. Ritengo di avere anche la mentalità giusta, ma ogni partita è una battaglia e bisogna essere pronti a tutto” . Boris Becker, come Berrettini, è riuscito a conquistare il torneo del Queen’s al suo esordio assoluto nel 1985.

Quell’anno il campione tedesco vinse anche Wimbledon. “Vorrei poter ottenere un quarto di quello che ha ottenuto lui” , ha detto Berrettini al riguardo. “Ho avuto la possibilità di parlare con Boris e mi ha consigliato di avere sempre le idee chiare per far bene a Wimbledon.

Avere pressioni è un privilegio. Se qualche anno fa qualcuno mi avesse detto che sarei stato in lizza per vincere questo torneo, non ci avrei creduto: mi sarebbe sembrato un sogno. Devo continuare a crescere e sono pronto ad assumermi il peso necessario per essere uno dei favoriti” .