La cruda ammissione di Dominic Thiem dopo il disastro al Roland Garros



by   |  LETTURE 24089

La cruda ammissione di Dominic Thiem dopo il disastro al Roland Garros

Dal nostro inviato a Parigi - L’incubo peggiore di Dominic Thiem si è materializzato. Il tennista austriaco, due volte finalista al Roland Garros (nel biennio 2018-2019), si è fatto rimontare due set dallo spagnolo Pablo Andujar finendo per cedere al quinto dopo una battaglia tremenda sul Philippe Chatrier.

Che la testa di serie numero 4 non fosse in grande spolvero lo si era intuito già nelle settimane precedenti allo Slam parigino, ma era francamente complicato immaginare un simile disastro. Il pupillo di Nicolas Massu, che si era preso una pausa per ricaricare le batterie, sta facendo i conti anche con un problema al ginocchio che di certo non agevola il suo percorso di risalita.

In conferenza stampa, Thiem non si è nascosto e ha manifestato tutte le sue preoccupazioni.

Dominic Thiem non ha spiegazioni per la sua crisi

“È molto difficile accettare di essere già fuori dal Roland Garros, è una sconfitta che ha un sapore strano per me.

Dimostra anche che non tutti sono come i Big 3 (Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic), che non perdono mai all’inizio dei tornei importanti. Ho vinto un torneo dello Slam abbastanza recentemente e credo di essere ancora nel processo di apprendimento dopo un risultato di tale portata.

Spero di riprendermi e di tornare più forte di prima, ma sinceramente non so quando arriverà quel momento” – ha confessato un Thiem veramente giù di tono di fronte alle domande incalzanti dei giornalisti.

Dominic ha approfondito la questione riguardante il suo gioco: “Il problema non era motivazionale, semplicemente mancava il mio tennis. È come se tutti i miei colpi difettassero di potenza, non ero sufficientemente preciso neanche nelle direzioni e la mia mobilità era molto lontana dal livello abituale.

Sono messo davvero male e non capisco nemmeno il perché. Sono trascorsi due mesi da quando sono tornato ad allenarmi, a Madrid e Roma avevo dato segnali di progresso, ma poi sono tornato nuovamente indietro a Lione e qui a Parigi.

Sto affrontando una situazione totalmente nuova, fino ad oggi la mia carriera aveva sempre teso verso l’alto. Non avevo mai attraversato una crisi come questa o perso un match come quello di oggi, è raro per me subire una rimonta da due set a zero.

Nel quinto set ho avuto anche una palla per salire 3-1, ma credo di non aver fatto abbastanza per portarla a casa. È stato un completo disastro”. Vedremo se l’austriaco sarà in grado di ritrovare un pizzico di fiducia nella stagione su erba.