Serena Williams incorona Lisa Pigato: "Tiferò per lei in futuro"



by   |  LETTURE 4698

Serena Williams incorona Lisa Pigato: "Tiferò per lei in futuro"

Lisa Pigato ha avuto l’opportunità di coronare due dei suoi più grandi sogni in un’unica giornata. La diciassettenne italiana, grazie alle ottime prestazioni contro Leonie Kung e Liudmila Samsonova nel tabellone di qualificazioni, ha infatti guadagnato il suo primo main draw nel circuito maggiore.

Il caso ha poi voluto che il suo debutto in un torneo WTA coincidesse con la sfida ad una delle sue tenniste preferite, ovvero la campionessa americana Serena Williams, che ha deciso solo la scorsa settimana di partecipare all’Emilia Romagna Open del Tennis Club Parma.

La partita è terminata con il punteggio di 6-3, 6-2 a favore di S.Williams, ma le emozioni che un match come questo può regalare ad una ragazzina di appena 17 anni valgono più di qualsiasi sconfitta.

S.Williams incorona Lisa Pigato

Al termine dell’incontro, Pigato ha avuto anche la possibilità di chiedere una foto alla Williams, che ha accettato senza pensarci un secondo.

L’americana ha poi messo la ciliegina sulla torta in conferenza stampa, quando ha speso parole di grande ammirazione nei confronti della giovanissima giocatrice azzurra. “Lisa mi ha detto che ha solo 17 anni, ma gioca davvero bene.

Era al suo primo torneo WTA, ha gestito molto bene il suo momento e avrà un futuro super luminoso. Farò il tifo per lei in futuro. Di solito scatto le foto dopo la partita, ma per lei era la prima volta e ho pensato fosse la giusta occasione.

Sarà in grado di rivedere la foto negli anni. Vorrei avere anche io la foto della mia prima partita, sarebbe davvero bello. Il match? Avevo bisogno di adattarmi alla terra per tornare a giocare meglio. È stato anche difficile capire il suo gioco all’inizio” .

Pigato ha invece provato a raccontare e descrivere tutte le emozioni vissute in questa indimenticabile giornata. “Giocare contro Serena era il mio sogno. Quando la partita è finita, l’ho ringraziata, perché è stato un onore giocare contro di lei. Mi ha detto che sono un’ottima giocatrice, è stato fantastico parlare con lei” .