La delusione di S.Williams: "È stato frustrante. Temevo di rompermi una caviglia"



by   |  LETTURE 4278

La delusione di S.Williams: "È stato frustrante. Temevo di rompermi una caviglia"

Serena Williams è tornata in campo dopo una pausa durata quasi tre mesi. La campionessa americana aveva giocato la sua ultima partita agli Australian Open contro Naomi Osaka lo scorso 18 febbraio e i mesi di inattività si sono fatti sentire nel match che ha aperto la sua stagione sulla terra battuta agli Internazionali BNL d’Italia.

Williams ha infatti perso in due set, entrambi molto lottati, contro la semifinalista dell’ultima edizione del Roland Garros Nadia Podoroska.

La delusione di S.Williams dopo la sconfitta al secondo turno

“È sempre difficile giocare la prima partita sulla terra battuta, ma ho lottato fino alla fine e questa è una cosa positiva" , ha spiegato l'ex numero uno del mondo WTA in conferenza stampa.

"Ho sicuramente bisogno di giocare più partite. Sento almeno di aver lottato fino alla fine. Vengo da un ottimo periodo di allenamento, ma è sempre necessario limare i dettagli per giocare bene su questa superficie.

Prestazione odierna? Ero fuori dalla gara, mi mancava il ritmo, non riuscivo nemmeno a scivolare, temevo di rompermi una caviglia… Mi sono allenata tantissimo, ma mai sulla terra e qui è stata tutta un’altra cosa.

Anche lo scorso anno ho giocato solo due gare su questa superficie, di certo devo trovare il modo per riprendere confidenza in vista di Parigi. Anche perché io amo giocare sulla terra! È stata dura, spesso frustrante visto quante volte ho fallito i punti per chiudere i game… Ma è chiaro che possa fare infinitamente meglio di così!

Avrò più tempo del solito in vista del Roland Garros. Sarà importante proprio per ritrovare il ritmo e migliorare la mobilità in campo” . L'argentina, da parte sua, non ha potuto fare altro che esprimere tutta la sua gioia.

"È una vittoria speciale. Giocare contro di lei è un onore per me. Seguo le sue partite da quando ero una bambina, quindi è stata una partita speciale per me" .