Sascha Zverev commenta la vittoria su Nadal e gli ultimi 'strani' episodi nel tennis



by   |  LETTURE 4090

Sascha Zverev commenta la vittoria su Nadal e gli ultimi 'strani' episodi nel tennis

Quando parliamo di Alexander Zverev trattiamo di uno dei tennisti con maggiore potenziale della NextGen e che viene considerato tra i principali eredi a sostituire il regno dei Big Three. Fino ad ora Zverev ha raggiunto importanti risultati, ma spesso si è fermato sul più bello sprecando grandi chance.

Ricordiamo l'ultima finale agli Us Open dove il tedesco era avanti nettamente su Thiem e crollò consegnando così la vittoria del primo Slam all'austriaco. Gli alti e bassi di Zverev sono noti a tutti ed il tedesco ha raggiunto l'ennesima impresa della sua carriera battendo nettamente in due set il re della terra battuta Rafael Nadal, sconfitto ai Quarti di finale del Mutua Madrid Open con il risultato di 6-4;6-4.

Per Zverev è la terza vittoria consecutiva in carriera contro Rafa con lo spagnolo che non batte il giovane tedesco dal lontano 2017, dato che mostra l'insofferenza del venti volte campione di titoli del Grande Slam nei suoi confronti.

Zverev in conferenza stampa

Felice per la vittoria e per l'accesso alle semifinali Sascha Zverev ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Penso che quel match che disputammo a Roma in passato mi ha aiutato, così come gli ultimi match nonostante questi erano sul cemento.

Per battere Rafa sulla terra battuta ed anche in Spagna devi giocare il tuo miglior tennis e sono contento di averlo fatto. Ora vedremo come andrà a finire nelle altre partite. Sono felice che ci siano settimane come queste, avevo iniziato bene la stagione ma gli infortuni mi avevano rallentato, ora sento che sto rientrando sul percorso corretto.

Thiem? È un grandissimo avversario e ovviamente lo rispetto, spero però di raggiungere una nuova finale a Madrid" A fine conferenza Zverev ha commentato anche i recenti episodi che stanno creando diverse polemiche nel mondo del tennis.

Le parole del tedesco a riguardo: "Non so il motivo, ma credo che anche emozioni come queste fanno bene al tennis. Non siamo robot e cerchiamo di fare del nostro meglio, penso che le bolle siano uno dei motivi di questi problemi, anche i giocatori Nba non erano felici di entrare nella bolla nello scorso anno, noi siamo entrati in questa situazione nove mesi fa ed al momento non sembra esserci una vera fine"