Le parole di Ashleigh Barty in vista del big match di Madrid contro la Swiatek



by   |  LETTURE 1353

Le parole di Ashleigh Barty in vista del big match di Madrid contro la Swiatek

Nel match di secondo turno del Wta di Madrid la testa di serie numero uno e grande favorita del torneo Ashleigh Barty ha faticato molto più del previsto per vincere in tre set contro la tennista slovacca Tamara Zidansek, chiudendo in tre ore di gioco con il risultato di 6-4;1-6;6-3 L'avversaria ha offerto sicuramente una buona prova ma la Barty ha deluso le aspettative e dovrà fare molto di più per il prossimo match dove affronterà agli Ottavi di finale la vincitrice dell'ultimo Roland Garros, la giovane polacca Iga Swiatek.

Le parole della Barty in vista del match

In conferenza stampa la tennista ha sia parlato del match disputato che rivelato le proprie impressioni in vista degli Ottavi di finale. Ecco le sue parole nello specifico:
"È stato un march abbastanza difficile, credo di aver fermato al meglio la buona prova di Tamara ma è stata davvero dura.

Ho commesso molti errori non forzati e questo ha lanciato la mia avversaria che è riuscita così a tornare nel match. Alla fine l'incontro è stato deciso da piccoli dettagli a mio fare e devo tenere presente che devo migliorare in vista delle mie prossime sfide.

Affaticamento muscolare? Non sono stanca e sicuramente non vedo l'ora di giocare più sfide possibili, sopratutto sulla terra battuta dove le gambe si abituano molto bene al campo. Non sono sorpreso della gara della mia avversaria, sapevo che sarebbe stata dura.

La sfida con la Swiatek? Un match emozionante, sarà la nostra prima sfida. Non vedo l'ora di fare questo match, l'ho incontrata da vicino a Melbourne e penso che gioca davvero molto bene. È una sfida sulla terra battuta che volevo da tempo ed ora posso dire che non vedo l'ora di affrontarla"

Sulla differenza tra le superfici la Barty ha dichiarato: "Amo giocare sull'erba, ma i match sulla terra battuta sono affascinanti. Non posso e non so rispondere a questa domanda, anche perché sono cresciuta su campi in cemento.

Ogni settimana cambio superficie e condizioni, cerco solo di adattarmi il più possibile e trovare qualcosa che avvantaggi il mio stile di gioco"