Gilles Cervara parla delle condizioni di Medvedev dopo esser guarito dal virus



by   |  LETTURE 1572

Gilles Cervara parla delle condizioni di Medvedev dopo esser guarito dal virus

In questo 2021 Daniil Medvedev sembrava pronto finalmente a rilanciarsi sulla terra battuta, provando magari ad avvicinare il numero uno al mondo Novak Djokovic. Quello che il russo e tutto il suo staff non avevano però calcolato è la positività al Coronavirus, virus che da oltre un anno sta complicando le vite di tutti noi.

Il campione russo ha ricevuto la notizia della positività poco prima di cominciare il Masters 1000 di Montecarlo, è stato costretto a saltare per ritiro quel torneo e tutti quelli successivi. Ora finalmente Daniil sembra stare bene ed è pronto a rientrare in pista e provare a prepararsi in vista del Roland Garros, torneo dove non ha mai vinto un incontro in carriera.

Le parole di Gilles Cervara su Daniil Medvedev

Gilles Cervara, coach di Medvedev, ha rilasciato interessanti dichiarazioni ai microfoni di Tennis Majors. Ecco le sue parole nello specifico con Medvedev che non sembra aver ancora recuperato totalmente dopo aver contratto il virus:
"Al momento Medvedev è riuscito ad allenarsi solo una settimana, cercando di adattare il carico di lavoro fino a quando non si è sentito completamente sano.

Siamo stati attenti a capire come reagiva il cuore ed i polmoni sotto sforzo, cercando di comprendere se c'erano reazioni come vertigini o altro. Non ti riprendi da un giorno all'altro dopo aver contratto un virus come questo e sopratutto i sintomi post sono poco conosciuti.

Il ritardo di condizione di Medvedev è abbastanza importante, vedi un tennista come Tsitsipas che ha già giocato 10 gare e non c'è solo lui. Dobbiamo ora concentrarci sugli obiettivi e giorno dopo giorno provare ad avvicinare il traguardo.

Giocheremo a Madrid e Roma e questi due tornei ci faranno capire la situazione in vista del Roland Garros. Io penso che Daniil ha grossi margini di miglioramento sulla terra battuta, non ha mai vinto un incontro al Roland Garros e questa cosa magari toglie pressione ma Daniil punta a vincere in ogni torneo che gioca.

Sono pochi i tennisti che pensano in quest'ottica e sicuramente Daniil è uno di loro. C'è ancora bisogno di tanta convinzione per far si che lui raggiunga i risultati che ottiene sul cemento, deve essere lui il primo a convincersi che può farcela"