Zverev supporta Thiem e critica la gestione delle “bolle” da parte dei tornei



by   |  LETTURE 3552

Zverev supporta Thiem e critica la gestione delle “bolle” da parte dei tornei

"Nonostante l’assenza del pubblico il Tour ATP è proseguito normalmente, ma il Coronavirus si è preso le parti più belle del nostro lavoro, a partire dai viaggi e dalla libertà di spostarsi.

Di contro, le cose peggiori sono rimaste. È difficile giocare tutte le settimane in queste condizioni. C’è un senso di vuoto, settimana scorsa non ho nemmeno guardato i match di Champions League, e ho seguito pochissimo il torneo di Montecarlo.Dopo la vittoria di New York ero euforico; ho raggiunto anche la finale delle Finals.

Quando ho iniziato a prepararmi per questa stagione, però, sono caduto come in un buco. Pensavo che mi sarei sentito più rilassato dopo aver vinto uno Slam, e spero ancora che quella sensazione arrivi“ .

Con queste parole, Dominic Thiem ha analizzato uno dei momenti più complicati della sua carriera.

Zverev: "Capisco quello che sta passando Dominic Thiem"

Dopo il successo ottenuto agli US Open lo scorso anno, l’austriaco non è riuscito ad esprimere il suo migliore tennis, escludendo l’ottimo torneo disputato alle ATP Finals 2020, dove ha raggiunto la finale e perso solo da un ottimo Daniil Medvedev.

Nell’ultimo atto dello Slam americano, Thiem ha trovato dall’altra parte della rete Alexander Zverev, che ha sicuramente molti rimpianti per non aver sfruttato l’occasione più importante della sua carriera.

Il tedesco ha parlato proprio del momento negativo di Thiem dopo aver conquistato i quarti di finale al torneo ATP 250 di Monaco di Baviera. “Abbiamo vissuto in una bolla per nove mesi e a Rotterdam stavo andando fuori di testa” , ha spiegato Zverev in conferenza stampa.

“Restiamo soli nella nostra camera d’albergo e possiamo solo allenarci e giocare. Non c’è l’opportunità di respirare un po’ d’aria fresca e non abbiamo alcun contatto con il mondo esterno. Capisco quello che sta passando Dominic Thiem. Anche io sto lottando con le mie motivazioni” .