Naomi Osaka e la sua avversione per la terra battuta: le parole della nipponica



by   |  LETTURE 1555

Naomi Osaka e la sua avversione per la terra battuta: le parole della nipponica

A 23 anni la numero 2 al mondo Naomi Osaka ha già conquistato quattro titoli del Grande Slam e dimostrato alla maggior parte degli addetti ai lavori il suo valore. Attualmente in classifica solo l'Australiana Ashleigh Barty è avanti a lei ma in generale la nipponica ha ora come obiettivo quello di vincere un torneo su terra battuta.

I suoi risultati su questa superficie sono sempre stati inferiori alle attese, al Roland Garros non è mai andata oltre al terzo turno ed ormai per la tennista giapponese è giunta l'ora di provare a cambiare questa sua avversione verso la terra.

Dopo il Miami Open la Osaka si è presa un periodo di pausa ed ora è pronto a ripartire dal torneo Wta di Madrid.

Naomi Osaka parla delle sue ambizioni

In vista del torneo spagnolo la numero due al mondo ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:
"Dopo Miami ho preso una pausa perché sentivo di voler calmare la mente.

Ora penso che sia emozionante essere qui perché non ho ancora vinto su questa superficie, anche se sono un po' stressata perché ho tanta voglia fare bene. Ho buone sensazioni su come sto colpendo la palla e posso sperare che continuerò così quando scenderò in campo.

In generale io do il meglio di me stessa quando non sono stressata ma oggettivamente è difficile avere ciò. Non gioco sulla terra da due anni e non mi sono neanche allenata su questa superficie, entrerò in campo provando a divertirmi e cercando di prepararmi per il Roland Garros.

Come migliorare su questa superficie? Vorrei migliorare in certe cose e ne ho parlato con il mio coach, credo che debba affrontare un lungo percorso e al momento non sento di avere l'esperienza necessaria per sapere cosa serve per migliorare"

Al primo turno la giapponese affronterà la qualificata e connazionale Misaki Doi mentre al secondo turno potrebbe esserci un interessante confronto con la ceca Karolina Muchova, che deve però prima battere la cinese Wang.