Dominic Thiem svela la preoccupazione per i recenti problemi al ginocchio



by   |  LETTURE 4081

Dominic Thiem svela la preoccupazione per i recenti problemi al ginocchio

Nel 2020 Dominic Thiem ha disputato una grande stagione e dopo diversi anni nel circuito ha finalmente coronato il sogno di vincere il suo primo Slam in carriera, ovvero gli Us Open 2020. Dopo quel successo e dopo la finale raggiunta alle Atp Finals di fine anno il tennista austriaco è stato coinvolto in un triste tunnel con l'attuale numero 4 alle prese con un problema fisico ed una situazione mentale non facile.

Dopo aver raggiunto l'obiettivo principale della sua carriera Dominic è stato alle prese con diverse problematiche e sopratutto sta vivendo una crisi esistenziale che lo ha lasciato in una situazione di stallo totale.

In questo 2021 Thiem non ha raggiunto grandi risultati, fermo per diverso tempo a causa degli infortuni, ed uscito abbastanza presto agli Australian Open, nello specifico agli Ottavi di finale del torneo contro il bulgaro Grigor Dimitrov.

Le parole di Thiem sulla sua ripresa

Nel corso di un'intervista abbastanza ampia l'austriaco ha rivelato che la vittoria del primo Slam e la pandemia non lo hanno affatto aiutato. Ecco le sue parole:
"I primi giorni di allenamento sono stati molto difficili, mi faceva male tutto il corpo e non riuscivo a colpire la palla, stavo migliorando poco a poco.

Ho fatto diversi giorni con allenamenti intensi e lunghi e sto cercando di tornare a lottare ad alto livello. Il Roland Garros 2021 mi ha spinto a lottare sodo ed a sentirmi di nuovo motivato. Il livello nel tennis professionistico è molto alto e se non sei al 100 % finisci per perdere le gare.

Inoltre il mio proema cronico al ginocchio è peggiorato e, sebbene ora la situazione sembra migliorata, il disagio non è sparito completamente. Ho un problema alle articolazioni di entrambe le ginocchia e il dolore è molto fastidioso.

So che non peggiorerà come problema ma resta ed è davvero fastidioso. Ora sembra che sto migliorando, il dolore compare solo dopo circa due ore di allenamento a ritmi intensi. So che in gara alla lunga questa cosa può essere un problema ma al momento il mio obiettivo è stare meglio e stare totalmente libero dal dolore"