Carreno Busta parla in vista della sfida 'impossibile' contro Rafael Nadal



by   |  LETTURE 4097

Carreno Busta parla in vista della sfida 'impossibile' contro Rafael Nadal

Dopo un match ricco di colpi di scena e molto interessante Pablo Carreno Busta ha avuto la meglio sull'argentino Diego Schwartzman e sfiderà nelle semifinali dell'Atp 500 di Barcelona il connazionale e re della terra battuta Rafael Nadal.

L'argentino è stato ad un passo dalla vittoria servendo per il match nel terzo set ma alla fine è stato Carreno a conquistare la vittoria. A 29 anni per il tennista è una grossa occasione anche se in semifinale ci sarà il peggiore degli avversari.

Ecco le sue parole in conferenza: "Questa è una vittoria davvero importante per me sopratutto visto che ero in netto svantaggio nel terzo set. In questo tipo di gare è necessario soffrire e lottare sempre, mi sentivo pronto a tutto ciò.

Non so cosa sia successo nel terzo parziale, probabilmente il fatto che vengo da diverse gare ravvicinate ma alla fine sono stato aggressivo e questa è stata la chiave di questa rimonta. Sotto 2-5 nel terzo set pensi di essere spacciato ma ho osato, sopratutto di rovescio e sono riuscito a vincere.

Le mie sensazioni non erano comunque le migliori, non mi sentivo a mio agio e l'avversario era dei più difficili, ma ho saputo soffrire. Ho avuto un po' di fortuna, capita anche questo e penso alla scorsa settimana quando invece non l'ho avuta contro Ruud, questo mi ha aiutato a rimontare e ribaltare un match quasi perso"

Le parole di Carreno su Nadal

Ora il suo avversario è Rafael Nadal e da connazionale Pablo conosce benissimo le qualità del venti volte vincitore del Grande Slam. Ecco le sue parole riguardo la loro semifinale: "Su questa superficie Rafa è l'avversario più duro da affrontare, noto che più passano i turni e più lui acquista sicurezza.

Al momento credo sia una sfida difficilissima, quindi proverò a godermi ogni momento perché sono in semifinale in un grande torneo e già arrivare fin qui è per me molto speciale. Devo esser aggressivo, penso a come ho giocato con lui a Parigi Bercy dello scorso anno, Nadal sta giocando sempre meglio ma spero di avere una grande partita. Lui è il più grande della storia su terra battuta, lo ha dimostrato e lo dimostra ogni anno"