Tsitsipas sogna in grande dopo la vittoria del Masters 1000 di Monte-Carlo



by   |  LETTURE 2649

Tsitsipas sogna in grande dopo la vittoria del Masters 1000 di Monte-Carlo

Stefanos Tsitsipas ha vinto il primo Masters 1000 della sua carriera a Monte Carlo giocando un torneo perfetto. Il tennista greco non ha perso nemmeno un set sulla terra monegasca e in finale ha dominato dal primo all’ultimo scambio contro un tennista del calibro di Andrey Rublev, capace di battere Rafael Nadal ai quarti di finale.

Il primo successo in un evento Masters 1000 ha significato tanto per Tsitsipas, che ora sogna in grande e non vuole più fermarsi.

Gli obiettivi di Tsitsipas

“Questa vittoria mi ha dato molta fiducia” , ha spiegato Tsitsipas in conferenza stampa a Barcellona.

“Sono felice di aver vinto il titolo; questo mi aiuta tanto dal punto di vista emotivo. Passare l’intera giornata in una camera d’albergo non è facile, ma a Monte Carlo era tutto diverso. Mi sono goduto questa esperienza, è stata una settimana incredibile.

Essere ai vertici del tennis mondiale è molto importante. So che ci sono molti giocatori che hanno i miei stessi obiettivi, ma l’idea è quella di fare punti ogni settimana. Devo sfruttare le occasioni e andare avanti.

So che tanti tennisti vorranno battermi. L’importante è migliorare giorno dopo giorno e continuare a giocare bene. Spero di continuare a fare bene nei grandi tornei. Vincere questi titoli è uno dei motivi per cui gioco a tennis e ho scelto sport da bambino.

Ecco perché amo giocare a tennis. So che ci sono giocatori incredibili come Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal che dominano i Masters 1000 e i tornei del Grande Slam. Io e gli altri, però, vogliamo diventare come loro.

Il mio prossimo passo è terminare l’anno in top 3. Sarebbe emozionante raggiungere questo traguardo. Ho partecipato alle ultime due edizioni delle ATP Finals ed essere a Torino quest’anno è un altro mio obiettivo.

Dovrò giocare sempre meglio. Barcellona? Ho giocato la mia prima finale ATP qui ed è stato l’inizio del mio viaggio. Giocare contra Rafa non è stato facile, ma ho imparato molto quel giorno. Mi piacciono le condizioni di gioco e spero di giocare tante ottime partite” .