Il commento di Aslan Karatsev dopo la bella vittoria su Musetti



by   |  LETTURE 11074

Il commento di Aslan Karatsev dopo la bella vittoria su Musetti

Il primo giorno di match nel Masters 1000 di Montecarlo ha visto un programma davvero corto a causa della pioggia. Tra i pochi match terminati quello più importante per i colori azzurri è quello di Lorenzo Musetti, uscito al primo turno contro il russo Aslan Karatsev.

Erano in tanti curiosi di vedere la sorpresa di questo inizio di stagione alle prese con questa nuova superficie e Karatsev ha conquistato la prima vittoria in un 1000 anche su terra battuta. Match controllato dal russo che ha fatto pesare la differenza di esperienza tra i due ed una palla, quella di Musetti, ancora troppo leggera per impensierire la rivelazione di questa stagione.

Ancora una volta Karatsev si rivela una 'bestia nera' per gli italiani dopo le sue vittorie su Lorenzo Sonego e Jannik Sinner (battuti entrambi dopo una battaglia in tre set) nel torneo di Dubai. Il match che ha subito un interruzione a causa della pioggia si è concluso in quasi un'ora e mezza di gioco con il risultato di 6-3;6-4 per Karatsev.

Le parole di Karatsev al termine del match

Al termine del match ed in vista del big match che si terrà oggi sul centrale contro Stefanos Tsitsipas, Aslan Karatsev ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai media: "È stata una gara davvero difficile per essere la mia prima sfida sulla terra, le condizioni metereologiche hanno reso tutto ancora più complicato.

Abbiamo iniziato la mattina ed ho iniziato molto bene, ho fatto il break e poi il campo era sempre più pesante. È davvero difficile giocare contro di lui, devi fare il punto da solo, costruirtelo e state attento perché risponde a ogni cosa e corre molto.

Già oggi era davvero in forma" Nel corso della sua carriera il tennista ventisettenne ha vinto due volte Challenger sulla terra ed ha sempre mostrato un buon rendimento. I risultati di quest'anno per il russo sono straordinari, Karatsev è arrivato alle semifinali degli Australian Open dove si è arreso solo ad uno straordinario Novak Djokovic.

I precedenti del russo contro i Top Ten sono di due pari, ha battuto quest'anno atleti del calibro di Diego Schwartzman e sopratutto del connazionale Andrey Rublev.