Rublev mette pressione agli avversari e parla di Sinner in conferenza



by   |  LETTURE 21490

Rublev mette pressione agli avversari e parla di Sinner in conferenza

L’unico top ten che non ha deluso le aspettative al Masters 1000 di Miami porta il nome e il cognome di Andrey Rublev. Il giocatore russo non ha perso nemmeno un set nel corso delle partite vinte contro Tennys Sandgren, Marton Fucsovics, Marin Cilic e Sebastian Korda e ha giocato un tennis di altissimo livello.

Nonostante queste premesse e l’ottimo avvio di stagione, Rublev non pensa di essere il favorito per la vittoria finale.

Le parole di Rublev su Jannik Sinner

“Sebastian ha giocato una partita clamorosa. Ha lottato molto in entrambi i set, ma sono riuscito comunque a vincere in due.

Alcuni punti hanno deciso la partita; avrei anche potuto perdere un set. Sono contento di aver vinto e di aver conquistato le semifinali. Sebastian è un grande giocatore, ha molto talento ed è davvero motivato dall’ottimo inizio di stagione che sta vivendo.

Non gioca per niente sulla difensiva, serve in maniera fantastica, colpisce forte la palla ed è bravo anche a rete. Questo è il motivo per cui nelle ultime settimane è riuscito a battere grandi giocatori.

Sono il favorito? Non penso affatto alle mie possibilità di vittoria. Anche se non ci sono altri top ten, tutti i tennisti rimasti in gioco sono bravissimi. Hurkacz mi ha già sconfitto lo scorso anno; lo stesso vale per Bautista Agut, che mi ha battuto a Doha qualche settimana fa .

Jannik Sinner, invece, è una delle giovani promesse di questo sport e molto presto lo vedremo occupare una delle prime dieci posizioni della classifica ATP. Farò del mio meglio per vincere innanzitutto la semifinale, poi vedremo cosa succederà in finale” .

Il prossimo avversario di Rublev sarà Hubert Hurkacz. I due si sono affrontati agli Internazionali BNL d'Italia nel 2020 e il polacco ha vinto con il punteggio di 7-6( 6) , 3-6, 6-2. "Come ho detto prima, Hurkacz è un grande giocatore.

Ha un ottimo servizio e difende bene su tutti i colpi. È molto aggressivo da fondo campo e l'anno scorso è riuscito a battermi. Farò del mio meglio per batterlo. Non sto pensando di poter vincere il titolo.

Ora ho una semifinale molto dura contro Hurkacz. Se parliamo dei miei obiettivi, ovviamente sarebbe fantastico poter vincere il mio primo Masters 1000" .