Piatti svela la programmazione di Sinner



by   |  LETTURE 12774

Piatti svela la programmazione di Sinner

Ai microfoni di Sky Sport è intervenuto Riccardo Piatti, coach del tennista azzurro Jannik Sinner. Tanti i temi trattati in vista della semifinale che il giovane atleta altoatesino affronterà nella giornata di domani contro Bautista Agut: "Se devo pensare al torneo da vincere penso a Bautista mentre se devo pensare alla crescita ed alle tante partite da giocare preferivo sfidare Medvedev.

Alla fine ha vinto Bautista e va bene così" Finals di Torino? "Al momento il primo pensiero di Sinner è preparare la terra e con il preparatore Jannik svolgerà una preparazione da terra. Credo che li possa migliorare, giocherà sicuramente Montecarlo, Barcellona, Roma, Madrid e Parigi.

Poi vedremo la stagione sull'erba. Se dopo Wimbledon lui sarà in corsa magari si penserà alle Finals di Torino. Lui sta affrontando un percorso di costruzione e sicuramente tra sei mesi non sarà al massimo, sta affrontando una costruzione per essere al massimo tra due anni"

Jannik Sinner è ora pronto per riaffrontare nuovamente Roberto Bautista Agut, avversario che ha sfidato e battuto solo qualche settimana fa, dopo un durissimo match nel torneo Atp di Dubai.

Le ultime su Jannik Sinner

Grazie a questo risultato Sinner entrerà tra i primi 25 tennisti al mondo, in attesa di vedere se e quanto Jannik andrà avanti nella competizione.

Con la vittoria su Bublik, Sinner ha dimostrato ancora una volta parte della sua crescita, contraddistinta negli ultimi mesi dalla vittoria di due titoli e dai Quarti di finale raggiunti al Roland Garros. I numeri di Sinner dalla sua comparsa nel circuito sono impressionanti ed il tennista altoatesino è protagonista di una grande crescita negli ultimi tempi; l'azzurro, insieme a Lorenzo Musetti, Sebastian Korda e Carlos Alcaraz fanno parte dei tennisti del terzo millennio che stanno impressionando e che rappresentano il futuro di questo sport.

Tra questi Sinner è quello in posizione più avanzata e la cui crescita sembra più indirizzata verso le prime posizioni del circuito.