Vaccini, le risposte dell’ATP e della WTA agli attacchi dei giocatori



by   |  LETTURE 2716

Vaccini, le risposte dell’ATP e della WTA agli attacchi dei giocatori

Nelle scorse ore, numerosi atleti del circuito professionistico maschile e femminile di tennis hanno espresso il proprio scetticismo riguardo la questione vaccini: tra questi Andrej Rublev, Diego Schwartzman, Aryna Sabalenka ed Elina Svitolina.

Alcune settimane fa, già il numero uno del mondo Novak Djokovic aveva confessato di nutrire qualche dubbio in proposito, pur non essendo contrario al vaccino in sé. Ad oggi, Covid-19 ha provocato la morte di quasi 3 milioni di persone in tutto il mondo contagiandone 128, mentre le guarigioni si aggirano attorno ai 73 milioni.

ATP e WTA incoraggiano l’uso del vaccino

In un recente comunicato, la Women’s Tennis Association ha fatto sapere: “La WTA crede nei vaccini e incoraggerà tutti a farne uso. Ciò sarà d’aiuto nella protezione dell’individuo che lo ha ricevuto, lo sarà nei confronti di coloro che ancora non lo hanno fatto e permetterà al mondo di tornare a quella normalità che tutti noi desideriamo.

La WTA, con la piena assistenza dei nostri medici consulenti della Mayo Clinic, ha educato e continuerà ad istruire le giocatrici sui vari vaccini e sui benefici che ne trarranno. Detto questo, la WTA non richiederà alle giocatrici di vaccinarsi in quanto si tratta di una decisione personale che merita rispetto”.

L’Association Tennis Professional ha invece dichiarato: “L’ATP raccomanda l’utilizzo del vaccino sulla base delle prove scientifiche che ne dimostrano i benefici alla salute e alla protezione. Allo stesso tempo, continueremo a sostenere i livelli di distribuzione stabiliti in tutto il mondo che assicurano la priorità a coloro che più degli altri necessitano del vaccino.

Stiamo lavorando con consulenti in malattie infettive e in virologia per valutare le strategie di vaccinazione e per prepararci a quando i vaccini saranno resi ampiamente disponibili al nostro gruppo di giocatori. Inoltre, l’ATP Medical Services Team sta lavorando assieme ad altre leghe sportive internazionali e consulenti esterni per sviluppare le migliori pratiche che permettono al tennis di essere uno sport globale.

Eventuali aggiornamenti riguardo le opzioni di vaccinazione per i giocatori ed altri individui con le giuste credenziali verranno comunicati a tempo debito”. Photo Credit: FirstSportz