Azarenka sulle sorelle Williams: "Hanno alzato il livello del tennis femminile"



by   |  LETTURE 3057

Azarenka sulle sorelle Williams: "Hanno alzato il livello del tennis femminile"

Grazie al ritiro di Laura Siegemund, infortunatasi al ginocchio destro nel corso del suo ultimo incontro, Victoria Azarenka giocherà la sua prima partita al WTA di Miami partendo direttamente dal terzo turno. Nel corso del “Media Day” , la campionessa bielorussa ha espresso la sua opinione sulla scelta di saltare il torneo di Miami presa da alcuni grandi giocatori del Tour ATP.

“Penso che dipenda tutto dallo stato di incertezza in cui viviamo a causa del Covid-19. Tutti noi stiamo cercando di sfruttare ogni opportunità per competere. Per quanto riguarda l’evoluzione della pandemia, sono abbastanza fiduciosa ma consapevole che ci sono ancora molte avversità da superare” .

Azarenka: "Serena Williams ha alzato il livello del tennis femminile"

Azarenka si è poi soffermata sulla sua carriera e sul livello del circuito femminile. “Ho avuto la fortuna di giocare un grande tennis.

Ma è anche vero che questo non basta: per esprimerti al meglio devi crescere anche dal punto di vista fisico e mentale. È fondamentale combinare i diversi fattori; la parte più difficile è proprio quella di trovare un equilibrio.

Tour WTA? Direi che molte giovani giocatrici stanno migliorando tanto, soprattutto dal punto di vista dell’esplosività. Mi sento come se fossimo entrate nelle fase successiva. Se guardiamo all’evoluzione del tennis femminile da quando Serena Williams e sua sorella Venus sono arrivate nel circuito, penso che il livello si è alzato.

Loro sono state fondamentali ed hanno sfruttato la potenza del proprio fisico. Ora abbiamo una giocatrice come Naomi Osaka, che sta alzando l’asticella ancora più in alto” . Della situazione che tutti gli atleti e tutte le atlete stanno vivendo negli ultimi mesi, ha parlato anche l’ex numero uno del mondo Simona Halep.

“Non è un periodo facile per nessuno. È difficile restare rinchiuse in albergo, dentro la bolla, per così tante settimane. Con questo intendo dire che non tutte le ragazze possono competere al massimi delle proprie capacità in queste condizioni.

Tutte noi lottiamo costantemente contro la pressione in un circuito più aperto che mai. So che i tornei non sono facile e la sensazione è che ognuna di noi possa vincere" .