Cerundolo racconta la sua 'favola', è nato un nuovo NextGen?



by   |  LETTURE 2612

Cerundolo racconta la sua 'favola', è nato un nuovo NextGen?

In un'epoca dove il mondo del tennis è dominato da tre tennisti che ormai da circa vent'anni hanno la meglio sul resto del circuito, è sempre importante notare, anche nei tornei minori, giovani di talento pronti a sfidare i Big Three, soliti noti composti da Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal.

È davvero sopra le righe la storia del tennista argentino Juan Manuel Cerundolo, diciannovenne atleta arrivato in sordina al primo torneo Atp e clamorosamente ieri vincitore della finale per il torneo Atp 250 Cordoba Open.

Una situazione che ha lasciato a bocca aperta tutti gli addetti ai lavori con ben pochi che si aspettavano un exploit del genere dal giovane ragazzo. Cerundolo, prima di questo torneo viaggiava intorno alla 350 posizione del ranking e ieri, grazie a questo successo, è entrato per la prima volta nei primi 200 tennisti al mondo.

Il torneo di Cordoba è stato poi tutt'altro che facile per Cerundolo che ha battuto atleti top 100 del calibro di Thiago Seyboth Wild, Thiago Monteiro, Miomir Kecmanovic, Federico Coria ed infine in finale lo spagnolo Albert Ramos, sconfitto in tre set con il risultato di 6-0;2-6;6-2 in quasi due ore di gioco.

Le parole di Cerundolo dopo la vittoria del torneo

I canali ufficiali dell'Atp hanno riportato le dichiarazioni del giovane tennista albiceleste, nuovo NextGen pronto a sorprendere e ad offrire tanto al circuito. Ecco le sue parole: "Non riesco ancora a crederci, sono entusiasta di aver raggiunto un successo del genere ed averlo fatto davanti al mio pubblico assume ancora più significato.

Per tutta la settimana ho pensato match dopo match, mi sentivo sempre meglio ma non avrei mai immaginato di essere campione. Mio fratello Francisco è stato di grande aiuto, anche lui ha partecipato a questo torneo e passar del tempo con lui è stato molto importante"

Mancino naturale come il re della terra per eccellenza Rafael Nadal, Cerundolo ha rivelato: "Sono un tennista che ama giocare in difesa e alla risposta, quasi come un pugile, cercando di adattarmi al ritmo del mio avversario.

La nuova classifica mi garantisce di poter partecipare al sorteggio per i Challenger del Tour e giocare anche qualificazioni per tornei Atp e del Grande Slam. Credevo fosse ambizioso quest'anno entrare nella Top 200 ed ora devo cambiare clamorosamente i miei piani. Ora voglio continuare così e sfruttare al meglio questa opportunità"