Karatsev: "Ricorderò per tutta la vita questa magnifica esperienza"



by   |  LETTURE 2102

Karatsev: "Ricorderò per tutta la vita questa magnifica esperienza"

Gli Australian Open di Aslan Karatsev sono iniziati lo scorso 11 gennaio, quando ha disputato il torneo di qualificazioni dopo aver giocato un’ottima stagione a livello Challenger. Il tennista russo ha letteralmente lasciato le briciole ai suoi avversari ed ha conquistato il suo primo main draw in un Major.

Karatsev ha così partecipato agli Australian Open senza troppe aspettative, ma ha sfruttato la sua occasione nel migliore dei modi raggiungendo addirittura le semifinali; risultato che tennisti molto più quotati di lui non sono mai riusciti a stabilire in carriera.

Karatsev: "Sono state due settimane incredibili per me"

“Sono state due settimane incredibili per me. È stata un’esperienza magnifica che ricorderò per tutta la vita” , ha dichiarato Karatsev in conferenza stampa.

“La semifinale di oggi contro Novak Djokovic mi aiuterà nella mia carriera e nel mio percorso professionale. È stato inoltre spettacolare il fatto che il pubblico abbia fatto il tifo per me. In queste due settimane ho dimostrato di poter lottare e competere contro tutti i tennisti del circuito; questo mi aiuterà tantissimo.

Anche la mia classifica è migliorata: sono per la prima volta in top 50” . A Karatsev è stato poi chiesto quali fossero le differenze tra la partita contro Djokovic e quelle vinte contro Diego Schwartzman e Felix Auger-Aliassime.

“La differenza è tanta. Djokovic è un tennista incredibile e non ti regala punti gratuiti. Nella stragrande maggioranza dei punti ho dovuto vincere il duello da fondo campo. Oggi non sono stato al livello delle ultime partite, questa è la verità.

Nole è stato superiore dall’inizio alla fine ed ha servito bene per tutto il match” . Il russo si è infine soffermato sul proseguo della stagione. “Giocherò i tornei di Doha, Dubai e Miami.

Voglio approfittare di questo momento e giocare il maggior numero di tornei nel 2021. Sarà importante sfruttare le ultime ottime prestazioni sia in termini di gioco che di risultati. La cosa positiva è che ora avrò la possibilità di giocare i tornei importanti senza dover passare dalle qualificazioni” .