Barty non fa polemiche dopo la sconfitta. Ecco le sue parole



by   |  LETTURE 2168

Barty non fa polemiche dopo la sconfitta. Ecco le sue parole

Tutti la vedevano già in finale. Fan, addetti ai lavori e gli stessi tennisti, tra cui Osaka, non avevano dubbi. Eppure si sa, il tennis femminile è sempre impronosticabile. Se poi ci mettiamo un torneo come questo di Melbourne in cui le sorprese sono state all’ordine del giorno, allora il gioco è fatto: eliminata in modo assolutamente rocambolesco la numero uno del mondo, che fino al quarto di finale non aveva concesso nemmeno le briciole alle proprie avversarie.

Una partita strana, spaccata a metà da un medical time out che ha rinvigorito ai limiti dello stupore miracoloso la Muchova, sotto di un set e di un break e poi protagonista di una rimonta nella quale ha quasi annichilito Barty.

Inevitabilmente tutti aspettavano le parole della tennista australiana, non solo perché commentasse la sconfitta ma soprattutto il modo in cui questa è avvenuta. Tuttavia, con grane correttezza, Barty non ha voluto commentare troppo questa vicenda o entrare in una polemica sterile e controproducente verso la propria immagine.

Nelle parole di Barty dimorano frustrazione ma anche buon senso

"Lei ha chiamato il dottore, è suo diritto. Non è una mia decisione. Le regole lo consentono. Dopodiché spetta al medico fare la sua diagnosi e prendere le misure necessarie e il tempo che richiede adottarle.

Potrebbe avermi fermato il ritmo, è vero, ma ho davvero provato a mettere tutto da parte e ricominciare a giocare come precedentemente. Ora dobbiamo continuare a progredire e lavorare e questa crudele sconfitta non deve rovinare questo ritorno alla competizione che è stato formidabile” – ha dichiarato la numero uno del ranking WTA.

Una sconfitta che senza dubbio rende la prima semifinale, quella fra Serena Williams e Naomi Osaka, lo spartiacque per il titolo, almeno secondo le previsioni. Tuttavia, come ribadito in precedenza, pronosticare non è mai un mestiere facile, specialmente durante questo primo slam della stagione.

Fra pochi giorni sapremo se sarà il 24esimo Slam per Serena o se sarà l'ennesima dimostrazione della superiorità di Osaka sui campi veloci, senza però sottovalutare l'altro lato del tabellone, dove si incontreranno la stessa Muchova e l'americana Brady, che si è aggiudicata il derby statunitense contro Pegula in tre set.