De Minaur a cuore aperto: "Mi sono nutrito delle difficoltà dell'anno scorso"



by   |  LETTURE 1256

De Minaur a cuore aperto: "Mi sono nutrito delle difficoltà dell'anno scorso"

Insieme a Nick Kyrgios la grande risorsa del tennis australiano Alex de Minaur ha prenotato ieri un posto per il terzo turno del torneo di casa dopo aver sconfitto l'uruguaiano Pablo Cuevas, eguagliando così il suo miglior piazzamento nel primo majour dell'anno.

Un record tuttavia che sarà destinato a progredire se il giovane e rampante tennista troverà una continuità fisica e di risultati. In conferenza stampa De Minaur ha parlato delle sue speranze per questa nuova stagione e di come il 2020 lo abbia motivato a migliorarsi e a trovare nuove energie, nutrendosi appunto delle delusioni e della poca continuità dell’anno passato.

Il ragazzo di Sydney, ma che passa gran parte del proprio tempo in Spagna, ad Alicante, aveva iniziato il 2020 con grande fiducia, ma un infortunio addominale lo aveva costretto a rinunciare al primo slam della stagione. Una defezione molto difficile da mandare giù a cui si sono aggiunti poi i già citati problemi fisici che ne hanno condizionato le prestazioni durante l’anno.

Un anno difficile, segnato chiaramente anche dal Covid, ma che ha comunque regalato al giovane australiano la soddisfazione di centrare i quarti di finale a New York. "Mi sento come se avessi dovuto riempire il vuoto che il torneo mi ha lasciato l'anno scorso.

Uscire dagli Australian Open non è stato certo l'ideale, così come sentirsi dire dai medici che non avrei gareggiato. È una situazione che spero non succeda di nuovo. Tocchiamo ferro” – ha dichiarato Alex, che ha poi voluto raccontare le proprie sensazioni ripercorrendo le vicende che lo hanno coinvolto durante l’anno appena conclusosi - “L'anno scorso non è stato facile.

Penso che tutto quello che ho vissuto nell'ultimo anno l'ho usato per nutrire la fame interiore che ho e tirarla fuori in questa stagione. Ora sono felice di tornare e giocare. È speciale giocare un torneo del grande slam nel proprio paese.

Anche se guardando indietro, il 2020 non è stato un anno così negativo. In effetti ho ottenuto il mio miglior risultato nello Slam americano. Ho chiuso l'anno al numero 23 del mondo. Nel 2021 voglio fare tutto quello che non ho potuto fare nel 2020 "

Il prossimo avversario sarà Fabio Fognini, reduce dalla maratona con Caruso

"E 'un rivale di alta qualità. Fabio è lì da molto tempo ormai. È tornato a giocare il suo miglior tennis, lo ha dimostrato in ATP Cup.

Sarà una partita molto dura, ma sono felice di essere in terzo round e poter competere negli Australian Open” – ha concluso il giovane tennista.