Australian Open, esce la campionessa. Kenin: "Non c'ero con la testa"



by   |  LETTURE 1338

Australian Open, esce la campionessa. Kenin: "Non c'ero con la testa"

L'Australian Open 2021 ha visto questa notte probabilmente la più grande sorpresa del torneo finora: Sofia Kenin, campionessa nel 2020 qui a Melbourne e grande rivelazione della scorsa stagione, è stata elimata al secondo turno, battuta in due set dall'estone Kanepi.

Match mai in discussione con la tennista, sulla carta sfavorita, che si è aggiudicata l'incontro con il risultato di 6-3;6-2. Al termine del match la giovane Kenin è apparsa rammaricata ed ha affermato: "Sono triste per la sconfitta, ma faccio le congratulazioni alla mia avversaria, ha giocato molto bene a differenza mia che non ho mostrato il miglior tennis.

Sono entrata in campo nervosa e questo mi ha penalizzato. Lei ha dominato, ha realizzato perfettamente il piano che aveva in mente prima della gara mentre io non mi sentivo a mio agio"

La Kenin sulla difesa del titolo

In conferenza l'americana ha continuato: "Pressione per la difesa del titolo? Non so se sia stato questo, ma si, avevo tanta pressione.

Ero troppo nervosa e non mi sentivo a mio agio. Devo dire che anche al primo turno è stata la stessa cosa, nonostante sia riuscita a vincere. È una situazione complicata, che sicuramente dovrò risolvere nei prossimi tornei.

Fin da quando ho vinto il titolo lo scorso anno sapevo che tutti si aspettavano tanto da me ed è difficile. Ho iniziato la gara molto bene ed ho avuto chance, ma sapevo di non esserci con la testa. Do atto della vittoria alla mia avversaria e si è meritata la vittoria.

Sapevo che sarebbe stata dura contro la Kanepi. Volevo rivincere questo titolo, ma ero consapevole che era durissima, sopratutto per come stavo giocando recentemente. Ora non so cosa farò, non ci ho pensato. Sabato prossimo inizia un WTA 259 poi dopo c'è un WTA 500, la verità è che non so cosa fare e deciderò nei prossimi giorni.

La verità è che lo scorso anno sono arrivata qui senza aspettative e sono riuscita a dare io massimo e poco a poco a raggiungere il trionfo. Quest'anno è stato il contrario, non sono andata bene e tutti si aspettavano tanto da me. Questa è stata probabilmente la principale differenza"