Kyrgios: "È stato uno dei match più pazzi della mia carriera"



by   |  LETTURE 3170

Kyrgios: "È stato uno dei match più pazzi della mia carriera"

Nick Kyrgios e Ugo Humbert hanno regalato grande spettacolo in campo ed intrattenuto tutti gli appassionati di tennis. Il giocatore francese è riuscito a controllare il genio e la follia del suo avversario fino ai due match point sprecati nella parte finale del quarto set.

Kyrgios, da parte sua, ha confermato di poter alzare il livello nelle fasi più importanti di un match e di essere uno dei giocatori più pericolosi del circuito, soprattutto se in giornata. L’australiano non ha mollato nel momento in cui si è trovato con le spalle al muro: ha annullato due match point, alzato la testa e ribaltato letteralmente l’esito di una partita che sembrava più che finita.

Kyrgios: "Uno dei match più pazzi della mia carriera"

“Non so come ho fatto, non so nemmeno cosa dire” , ha spiegato Kyrgios al termine della partita. “È stato uno dei match più pazzi della mia carriera.

Onestamente, nel quarto e nel quinto set, ho pensato solo alle cose che avrei dovuto fare. E’ stata una partita incredibile, sicuramente per me una delle più memorabili, e sono ancora senza parole per l’atmosfera.

In questa situazione mi sentivo come il veterano tra i due, lui non ha esperienza di partite al quinto in Australia, specialmente con il tifo contro…Sicuramente rispetto a lui ho avuto in più l’esperienza" .

Kyrgios, per non farsi mancare nulla, ha anche trovato il tempo di discutere con la giudice di sedia a causa del sensore di rete e di alcuni servizi che lui considerava nettamente regolari. "E’ stato assurdo quando ha servito una palla nettamente sopra la rete e il sensore si è attivato.

Pensavo che non ci fosse nessuna possibilità che quella macchina fosse accurata. Capisco l’usare la tecnologia per le chiamate dentro-fuori visto il COVID, ma il sensore di rete, se hai dei comandi con cui abbassare la sensibilità e robe del genere, ci sono troppe variabili.

Lei diceva di aver abbassato la sensibilità, ma continuava a suonare con palle sopra la rete di 3 centimetri. Non so cosa possono fare, forse possono aggiornare la tecnologia. Questa cosa remota sembra fatta male“ .