Daniel Evans: “Due partite in un giorno? Come ricevere denaro gratuito”

Il britannico scenderà in campo tra poche ore per un posto nella finale di Melbourne 2

by Giacomo Cortopassi
SHARE
Daniel Evans: “Due partite in un giorno? Come ricevere denaro gratuito”

Il trentenne Daniel Evans ha preso parte come primo torneo dell’anno al Murray River Open di Melbourne, dove ha superato Pedro Sousa in due set nella partita d'esordio. A causa del recente caso di positività al virus riscontrato per un dipendente del Grand Hyatt Hotel della città, tutte le partite di giovedì sono state cancellate: per questo motivo, Evans si è trovato costretto a disputare due match venerdì, vincendo prima contro Marcos Giron e poi contro Borna Coric.

In semifinale incontrerà adesso il francese Jeremy Chardy, con cui ha già giocato e perso una volta in carriera.

Evans: “Comunque vada, mi troverò in una situazione favorevole”

Intervistato dopo l’ultimo match, il tennista di Birmingham ha detto: “Ovviamente tutto questo è in preparazione degli Australian Open, tuttavia – con un ranking come il mio – devo portarmi a casa tutte le vittorie che posso sul Tour e sono felice di giocare due partite in un giorno.

E’ stata una bella giornata. E’ un po’ come ottenere denaro gratuito. Se perdi, puoi sempre prepararti. Se vinci, sei in finale. Ma è ovvio che andrò là fuori per vincere. Siamo felici di poter essere qui e grati di poter lavorare con qualsiasi cosa, a casa è un vero disastro”.

Evans ha quindi parlato delle ventiquattro ore in più che ha dovuto trascorrere in quarantena, in cui è fortunatamente risultato negativo al virus: “Credo abbiano fatto un buon lavoro. Sono arrivato sul posto ieri sul tardi, attorno alle 7 di sera, ho palleggiato un po’ con Cameron Norrie.

Mi sono preparato per oggi come se ieri fosse stata una giornata di riposo. Non è stata una grossa distrazione”. L’inglese ha fatto riferimento al primo turno degli Australian Open, che lo vedrà impegnato proprio contro Cameron: “È un peccato che due britannici debbano sfidarsi nella prima partita.

Ce n’è di strada prima di arrivare ad incontrarci. Ma sarà una bella partita. Spero di vincere. Sarà un match difficile. È ovvio che Cameron mi conosca meglio di molti altri. L’ultima volta, quando a Londra eravamo in lockdown, Cam mi ha battuto e questo vuol dire che io sarò lo sfavorito, mentre la pressione andrà su di lui”.

L’attuale numero 33 del mondo ha concluso: “Lunedì non ci sarà alcun galateo. Non vorrei pensasse di dover essere gentile con me o di non dover essere se stesso. L’amicizia in quel momento è ovvio che non ci sarà.

Stiamo parlando di un Grand Slam”. Le dichiarazioni di Evans sono state pubblicate da SportsMole. Photo Credit: Sportstnet

Daniel Evans
SHARE