Carla Suarez annuncia: "Sono pronta per il trattamento finale. Tennis? Un sogno"



by   |  LETTURE 3878

Carla Suarez annuncia: "Sono pronta per il trattamento finale. Tennis? Un sogno"

Nel 2020 una delle notizie più tristi che hanno coinvolto il mondo del tennis è arrivata con la scoperta della malattia dell'esperta tennista spagnola Carla Suarez. Nel corso del suo ultimo anno da tennista professionista la donna ha dovuto fare i conti con una grave malattia, la scorsa estate ha annunciato di avere il cancro.

Una notizia che ha sconvolto non solo la tennista ed i suoi fan, ma anche tantissime sue colleghe con la Suarez che aveva diversi amici all'interno del circuito. Ultime indiscrezioni narrano però che per Carla Suarez dovrebbe esserci "finalmente" un lieto fine: nel corso di un'intervista dalle Isole Canarie la spagnola ha rivelato ai microfoni di RNE che da oggi inizierà la sua ulteriore ma sessione di chemio prima di tornare poi alla normalità.

In un periodo difficile come questo arriva finalmente una stupenda notizia per il mondo del tennis e per i suoi tifosi.

Carla Suarez sulla sua malattia

Ecco le parole della spagnola: "Va tutto bene, le cose stanno evolvendo come previsto e sono già nel trattamento finale.

In generale il trattamento è andato alla grande, il mio corpo ha reagito perfettamente e in questo modo potrò anche saltare una seduta di chemioterapia, cosa sempre apprezzata. Oggi ho l'ultima seduta dove avrò anche l'ultimo incontro con il mio medico.

Se arriverà la notizia che sono guarita potrò tornare alla normalità" Tornare a giocare? "Diverse settimane fa ho ricominciato a giocare a tennis, anche se con palline senza pressione. Da lunedì scorso ho iniziato a giocare con palline normali.

C'è da dire che rispetto al passato mi stando molto più facilmente e fatico a recuperare. Ho qualche idea e qualche speranza ma al momento non posso dare date. Il mio corpo deve adattarsi a tutti i farmaci ricevuti negli ultimi sei mesi.

Nel tennis, essendo uno sport individuale, sei solo tu a dover affrontare le sfide in campo ed i vari ostacoli. Tutti gli sforzi delle gare e degli allenamenti mi hanno aiutato a combattere questa malattia ed ora il mio sogno è di poter tornare a giocare a tennis, anche se la guarigione totale è la cosa principale"