Tomic: "La pausa mi ha caricato, posso giocare anche fino ai 35 anni"



by   |  LETTURE 1513

Tomic: "La pausa mi ha caricato, posso giocare anche fino ai 35 anni"

Non si parlava di Bernard Tomic per il suo impegno sul campo da diverso tempo, ma in queste qualificazione degli Australian Open, arrivate in anticipo in vista del torneo che si disputerà il prossimo 8 Febbraio, l'australiano è tornato a sorridere riuscendo a vincere le proprie gare ed accedendo così al tabellone principale.

L'ex numero 17 al mondo ha parlato nel corso di un'intervista ad AAP affermando di sentirsi 'rinato' e di aver riscoperto la sua passione per il tennis. Tomic, ripensando anche alla sua eliminazione al primo turno di Wimbledon nel 2017, fu molto criticato per il suo atteggiamento con diversi, tra gli addetti ai lavori e alcuni fan di questo sport, che criticavano il suo atteggiamento 'svogliato'

Quest'anno gli organizzatori dell'Australian Open non hanno concesso una wild-card all'attuale numero 228 al mondo ma Tomic si è conquistato la qualificazione 'sul campo'

Le parole di Bernard Tomic sulla sua rinascita

Nel corso dell'intervista il tennista ha spiegato: "Sono dieci mesi che non salgo ne ho mai visto un aereo.

Paradossalmente questa è stata la cosa migliore per me; trascorrere diverso tempo in viaggio era difficile, ma ora sento come se fossi riposato, sono pronto e mi sono dato la possibilità di giocare per altri anni, magari 7 anni.

Sicuramente non posso giocare fino a 39 anni come fanno alcuni tennisti del circuito, ma chissà se arriverò a giocare fino a 35 anni. Se sono nei primi 50, magari nella Top 100 perché dire no..." . Tomic è stato ad un passo dall'eliminazione al secondo turno di qualificazioni contro Tristan Schoolkate che ha avuto un match point, sprecato clamorosamente con un doppio fallo e quell'errore gli è costato la gara: "Credo che abbia un ottimo futuro, penso che con le cose giuste riuscirà ad entrare nella Top 100 mondiale"

Infine il tennista ha concluso: "È vero, non ho mai lavorato come fanno gli altri tennisti, ma ora mi sento bene. Ho avuto dei problemi alla schiena in queste gare, ma sento che le cose stanno migliorando. Negli ultimi due mesi ho capito che sono sulla strada giusta"