Ferrero su Alcaraz: "Australian Open? Lavoriamo per giocare questi tornei"



by   |  LETTURE 1222

Ferrero su Alcaraz: "Australian Open? Lavoriamo per giocare questi tornei"

Carlos Alcaraz è diventato il primo tennista classe 2003 a guadagnare l’accesso al main draw di un torneo del Grande Slam. Il giovanissimo giocatore spagnolo si è messo in mostra la scorsa stagione nel circuito Challenger, vincendo tre tornei e giocando un tennis di altissimo livello.

Juan Carlos Ferrero, ex numero uno del mondo, è l’attuale allenatore di Alcaraz ed in un’intervista esclusiva a Punto de Break ha voluto fare i complimenti al suo allievo per le tre vittorie ottenute al torneo di qualificazione degli Australian Open.

Ferrero sulla crescita di Carlos Alcaraz

“Siamo molto felici. Aver iniziato l’anno con il piede giusto è una cosa positiva. A questi livelli, tutti gli avversari sono insidiosi” , ha dichiarato Ferrero.

“Abbiamo affrontato un periodo difficile, ed averlo superato ci dà la giusta carica per affrontante al meglio il primo Slam della carriera di Carlos. Il nostro obiettivo era superare la fase di qualificazione, ma tutte le partite sono complicate a questo livello.

Avrebbe potuto perdere la prima partita, ma è riuscito a prevalere sugli avversari proprio nei momenti più complicati. Sono molto contento della sua ultima prestazione. Ha giocato senza tensione ed ha attaccato molto non concedendo opportunità a Dellien.

Iniziare l’anno in questo modo è un’ottima notizia per tutti noi. L’esperienza vissuta nel 2020 al Roland Garros lo ha aiutato ad affrontare meglio i punti importanti. L’esperienza ti aiuta a gestire le partite difficili e la pressione.

Ci godremo la sua prima partita in un torneo dello Slam, ma Carlos scenderà in campo con l’ambizione di vincerla. Lavoriamo per giocare questi tornei e per competere contro i migliori tennisti. Sarà una grande esperienza per Carlos a prescindere da chi affronterà, che si tratti di un top 10 o un top 50.

Dobbiamo pianificare rapidamente tutta la fase di allenamento e la situazione legata alla quarantena in Australia, perchè è qualcosa di insolito. Saranno 15 giorni molto duri, l'importante è arrivare al torneo freschi dal punto di vista mentale”. Photo Credit: Fabio Millo