Tsitsipas: "Sinner gioca bene tutti i colpi. Il futuro è suo"



by   |  LETTURE 1807

Tsitsipas: "Sinner gioca bene tutti i colpi. Il futuro è suo"

Stefanos Tsitsipas è sicuramente uno dei tennisti da tenere d’occhio in questa nuova ed entusiasmante stagione. Dopo aver vinto le ATP Finals nel 2019 e raggiunto due semifinali Slam in carriera( Australian Open 2019, Roland Garros 2020, ndr) , il giocatore greco è alla caccia proprio delle definitiva consacrazione nei tornei più importanti del tennis mondiale.

In un’intervista esclusiva a Sky Sport, Tsitsipas ha parlato della sua preparazione in vista della trasferta australiana e dei suoi principali obiettivi.

Tsitsipas: "Sinner è un giocatore molto talentuoso"

"ll tempo non sarà mai abbastanza.

Ma mi sento molto meglio giorno dopo giorno. Ho fatto un po' di vacanza, ora con questo tempo a disposizione posso lavorare su tanti aspetti del mio gioco sui quali devo migliorare. Sono pronto ad andare in Australia e con la Grecia giocherò anche l'Atp Cup, alla quale tengo molto.

2020? La stagione è stata molto strana, il tennis non aveva mai fatto una pausa così lunga. Ovviamente mi sono allenato, poi ho letto molti libri e ho cercato di trovare una nuova routine. Ho cercato di imparare il francese e di allargare i miei orizzonti.

Ora mi auguro che il tennis possa tornare a riprendere i ritmi normali." . A Tsitisipas è stato poi chiesto cosa pensasse della possibilità di giocare le ATP Finals in Italia nei prossimi anni. "È una bella notizia che le ATP Finals siano in Italia.

L'Italia per me è una seconda casa, la nostra cultura è simile e la gente è molto calorosa. Ho un sacco di amici in Italia. È un miglioramento per il tennis il fatto che si cambi spesso il luogo delle Finals, il primo anno ovviamente non sarà facile, ma alla lunga l'Italia riuscirà ad organizzare l'evento al meglio.

Sfortunatamente noi, in Grecia, non abbiamo un movimento tennistico così importante come quello italiano. In Italia si gioca tantissimo a tennis. Chi è il tuo tennista italiano preferito? Jannik Sinner. Penso che sia un giocatore davvero molto talentuoso, mi ricorda un po' la mia ascesa. Gioca bene tutti i colpi, è molto forte fisicamente e mentalmente. Il futuro è suo" .