Garbine Muguruza parla di Carla Suarez Navarro: “E’ stato uno shock”



by   |  LETTURE 23107

Garbine Muguruza parla di Carla Suarez Navarro: “E’ stato uno shock”

Classe 1988, l’ex numero 6 del mondo Carla Suarez Navarro ha rivelato poco più di un anno fa di avere il Linfoma di Hodgkin. La spagnola ha raggiunto i quarti di finale in tutti i tornei del Grand Slam ad eccezione di Wimbledon, dove non è mai andata oltre il quarto turno.

“Sono venuta a saperlo prima degli Us Open”, ha rivelato Garbine Muguruza, parlando della malattia della sua connazionale, “è stato uno shock, perché non ti aspetti mai che capiti a qualcuno che ti è vicino, nonché ad un’atleta così giovane e di successo come lei.

Ci ho parlato molto e mi ha detto cosa fare e cosa non fare”.

Muguruza rivela le condizioni della sua amica

Grandi compagne di doppio, Garbine Muguruza e Carla Suarez Navarro hanno vinto insieme tre titoli di questa specialità: Stanford, Birmingham e Tokyo, tra il 2014 e il 2015.

Parlando del loro incontro avvenuto di recente nella città di Barcellona, la tennista nata a Caracas ha detto: “L’ho trovata molto bene, molto vivace e con un sacco di energia. Non sapevo cosa aspettarmi, è stata una scarica di adrenalina per me”.

Le due giocatrici iberiche hanno preso parte insieme alle Olimpiadi di doppio 2016 di Rio de Janeiro, riuscendo a disputare i quarti di finale (sconfitte dalla coppia russa composta da Elena Vesnina ed Ekaterina Makarova): “Mi ha lasciato un’ottima sensazione poterla vedere così entusiasta di rimettersi in forze e di tornare a competere.

Le ho detto: ‘Ti aspetterò qui per tutto che il tempo che vuoi’”. Garbine ha quindi brevemente accennato ai prossimi Giochi di Tokyo: “La sua idea era quella di andare, anche se non sappiamo bene come entrare in scena.

Se questo accadrà, giocherò con lei sicuramente”. Muguruza ha vinto il Roland Garros 2016 e l’edizione successiva del torneo di Wimbledon, oltre ad aver raggiunto la finale agli ultimi Australian Open (battuta dalla giovane americana Sofia Kenin). Photo Credit: Vavel.com