Suarez Navarro: "Mi piacerebbe giocare un altro Slam prima di ritirarmi"



by   |  LETTURE 1185

Suarez Navarro: "Mi piacerebbe giocare un altro Slam prima di ritirarmi"

A Carla Suarez Navarro è stato diagnosticato un linfoma di Hodgkin lo scorso settembre. Ad annunciarlo è stata la stessa giocatrice spagnola tramite i suoi profili social, dove ha condiviso un commovente video ed emozionato tutti gli appassionati di tennis.

In un’intervista a Mundo Deportivo, Suarez Navarro ha aggiornato i suoi fan e parlato delle sue attuali condizioni di salute.

La forza ed il coraggio di Carla Suarez Navarro

“Come sto? Abbastanza bene, le cure stanno rispondendo in maniera positiva e questo è un motivo per essere felice.

Sono entrata nella fase finale del ciclo di cure, dovrebbe mancare un mese e mezzo. Mi restano tre sedute di chemioterapia e poi bisognerà decidere se intraprendere la radioterapia o meno. In linea di principio, si tratta di una malattia che quando finisce, finisce.

Non ho avuto paura. All’inizio non sapevo davvero cosa fosse. In una delle ultime visite, il dottore mi spiegò tutto. La notizia non fu per me una sorpresa. Non ho avuto paura, perché mi hanno detto subito che si trattava di una malattia curabile e che eravamo riusciti a scoprirla in tempo.

Mi hanno dato così tanta speranza e fede che non ho mai avuto paura. Ho provato un po’ di rabbia. Non mi sono chiesta perché, ma perché proprio ora? Adesso mi sento bene, prima non sapevo se avrei potuto giocare nel 2021.

Dire addio al tennis in questo modo non era quello che volevo. Battere il cancro sarà la mia più grande vittoria” . La spagnola ha ripreso anche a scambiare alcuni colpi sul campo da tennis. “Non parlo molto ai dottori di questo( ride, ndr) .

Con il passare del tempo, sono riuscita ad andare in palestra, alzando pesi e riacquistando mobilità. Mi sono detta: ‘Se riesco a fare tutto questo, perché non posso provare a giocare a tennis? ‘ .

Ho provato, inizialmente con le palle utilizzate dai bambini, quelle morbide, e la verità è che è andata bene. Monitoro le mie condizioni e provo a giocare due o tre volte alla settimana. Cerco ogni volta di alzare il livello.

Mi piacerebbe giocare un altro torneo del Grande Slam, ovviamente nella seconda parte di stagione, e qualificarmi per i Giochi Olimpici. La chiusura è al Roland Garros e io non potrò giocare prima, tutto dipenderà dai miei avversari.

Vorrei anche giocare durante il Tour americano. La mia intenzione è quella di giocare tre o quattro tornei. Vediamo come si evolverà anche la pandemia da Covid-19. Continuo a guardare il tennis. Forse non guardo tutte le partite, ma non mi perdo i momenti più importanti e divertenti” .